Coronavirus Campania, a Santa Maria a Vico positivi sindaco e vice

Campania
©Getty

Il primo cittadino ha assicurato di essere in buone condizioni fisiche e di aver disposto la chiusura del Municipio per due giorni, 27 e 28 agosto, per permettere la sanificazione e lo screening a dipendenti, consiglieri e assessori

Un sindaco del Casertano, il primo cittadino di Santa Maria a Vico, Andrea Pirozzi, è risultato positivo al Coronavirus. Anche la sua vice, Veronica Biondo, è stata trovata positiva qualche giorno fa.

Sono 130 i nuovi positivi al coronavirus rilevati in Campania: di questi, 59 sono i casi di rientro (44 dalla Sardegna, 15 da Paesi esteri): questi i dati del bollettino dell'Unità di crisi della Regione Campania aggiornati alla mezzanotte scorsa.

A Eboli, in provincia di Salerno, 24 lavoratori di un'azienda agricola sono risultate positive. Intanto, ieri, la vedova del "Boss delle Cerimonie", Antonio Polese, è morta dopo essere risultata positiva al Coronavirus. Rita Greco aveva 80 anni ed era stata ricoverata nell'ospedale Cotugno di Napoli il primo giorno in cui si era sviluppato il focolaio nel comune di Sant'Antonio Abate all'interno del grand Hotel "La Sonrisa", di cui il marito, defunto qualche anno fa, era stato fondatore. 

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Intanto, il governatore De Luca ha richiamato l'attenzione sul tema scuole: "Saremo chiamati a decisioni importanti tra una o due settimane. Nelle condizioni attuali non è possibile aprire le scuole". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:26 - De Luca, in condizioni attuali impossibile aprire scuole

"Governare questa fase sarà difficile. Saremo chiamati a decisioni importanti tra una o due settimane. Nelle condizioni attuali non è possibile aprire le scuole. Non so cosa saranno in grado di fare in due settimane, ma avremo scelte complicate da fare". Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, parlando a un incontro dell'Ordine degli psicologi

16:59 - In Campania 130 nuovi positivi e due vittime

Sono 130 i nuovi positivi al coronavirus rilevati in Campania: di questi, 59 sono i casi di rientro (44 dalla Sardegna, 15 da Paesi esteri). Lo rende noto l'Unità di crisi della Regione, segnalando anche due vittime. Secondo il bollettino, relativo a ieri e aggiornato alla mezzanotte scorsa, i 130 nuovi casi sono emersi da un totale di 3.631 tamponi eseguiti. Il totale delle vittime del covid in Campania sale a 445, quello dei guariti resta fermo a 4.373.

15:22 - Sette casi sospetti ricoverati al Cardarelli

Sette persone con sospetto di positività al Covid sono state ricoverate nella Palazzina M dell' Ospedale Cardarelli di Napoli. Si tratta di pazienti con sintomi o risultati positivi al test rapido. A tutti sono stati effettuati i tamponi il cui esito dovrebbe arrivare in serata. I pazienti sono tutti in ricovero ordinario. Nessuno dei ricoverati rientrava da Paesi a rischio o dalla Sardegna. ''I soggetti - ha detto all' ANSA, il direttore generale del Cardarelli, Giuseppe Longo - erano giunti per altri motivi sanitari e come prevedono le procedure sono stati subito sottoposti al pre-triage, procedura di filtro adottata per darci la sicurezza che chi entra in Pronto Soccorso non sia un Covid. Pertanto chi arriva fa subito il test rapido e un'anamnesi clinica per valutare una possibile sintomatologia sovrapponibile al Covid." "Qualora questi criteri ci indichino un sospetto di Covid - ha aggiunto Longo -allora si procede al ricovero nella palazzina dedicata''. La Palazzina M è dotata di 14 posti letto. Il Cardarelli, nell'ambito della rete Covid, è punto di riferimento per il 118 per pazienti positivi con infarto, ictus e grande trauma. Per quanto riguarda invece l'ospedale Cotugno la situazione è stazionaria: 2 i ricoverati in terapia intensiva, 11 quelli in terapia sub intensiva. Il reparto da oggi è stato potenziato a 16 posti letto rispetto agli 8 previsti dal piano ospedaliero, e sono 16 le persone in ricovero ordinario.

15:20 - Eboli, 24 positivi in un'azienda agricola

Sono stati riscontrati 24 casi positivi in un'azienda agricola di Eboli. L'Asl di Salerno, si apprende da fonti sanitarie, ha chiesto al sindaco Massimo Cariello di predisporre tutte le misure per la salvaguardia della popolazione. Il personale dell'Asl, invece, sta provvedendo ad effettuare i tamponi al restante personale dell'azienda. I contagiati sono residenti in diversi comuni della provincia e non soltanto ad Eboli. In giornata, inoltre, sono emersi altri sei casi positivi dai tamponi effettuati: due a Salerno, uno a Nocera Superiore, uno a San Giovanni a Piro e due residenti al di fuori dei confini provinciali.

14:12 - De Magistris: "Più contagi? Inefficace propaganda lanciafiamme"

''I contagi aumentano e viene fuori in tutta la sua evidenza la miserevole inefficacia della propaganda politica del lanciafiamme campano. Avevamo chiesto più tamponi ma la nostra regione risulta sempre tra le ultime. Mi chiedo perché?''. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, su Facebook in merito all'incremento dei casi di positività al covid-19 in Campania. ''Avevamo chiesto a marzo, a maggio e a luglio, quando ci sono state le varie aperture nel nostro Paese, di fare tamponi a chi viaggiava - aggiunge - ma solo da pochi giorni si comincia a fare qualcosa. Perché? Abbiamo chiesto di sapere se in questi mesi siano state rafforzate le reti territoriali sanitarie, i medici e gli infermieri in prima linea, gli ambulatori, i presidi ospedalieri e di prossimità, i dispostivi di sicurezza ma tutto tace. Avevamo chiesto di sapere - prosegue - che fine avesse fatto la proposta di scioglimento per camorra dell'Asl Napoli 1 che sta gestendo la prevenzione della salute in città e fiumi di denaro pubblico ma evidentemente il tema non è prioritario per il Governo eppure sarebbe interesse anche delle tante donne e uomini che lavorano con competenza e coraggio nella più grande azienda sanitaria del Sud. Perché questo silenzio?''.
Secondo de Magistris, ''sono in tanti evidentemente ad essere troppo impegnati a fare liste elettorali bulimiche dove si saggia il disgusto di una macedonia andata a male. Ormai è noto a tanti che la pandemia serve anche per fare campagna elettorale e prendere voti sulla pelle della gente e sfruttando le paure delle persone''

9:44 - Ripresa dei contagi in area flegrea, 15 positivi tra Pozzuoli e Quarto

Una nuova criticità epidemiologica si registra nell'area flegrea. Quindici persone, tutte in rientro da viaggi all'estero, sono risultate positive al Covid-19 tra Pozzuoli e Quarto, come hanno informato i sindaci dei due comuni flegrei. In particolare a Pozzuoli si sono registrati otto casi positivi nelle ultime 48 ore e 10 negli ultimi tre giorni. A Quarto negli ultimi 5 giorni 5 casi. La situazione epidemiologica è tornata a preoccupare: è ai livelli di marzo ed aprile scorso, nel cuore della fase 1 della pandemia. A Pozzuoli in località Arco Felice un noto pub è stato costretto per precauzione a chiudere al pubblico nei giorni scorsi per la positività riscontrata ad un addetto alle cucine. Al momento nell'area flegrea i due comuni, che da inizio giugno, risultano immuni da nuovi casi sono Bacoli e Monte di Procida. In sintesi la situazione epidemiologica fa registrare a Pozzuoli, ad oggi, dall'inizio della pandemia 123 casi di cui attualmente 23 persone contagiate, 87 persone guarite definitivamente e 13 decedute. A Quarto i casi accertati dal 1 marzo sono 45 con 6 persone al momento contagiate.

9:14 - Altri due giovani contagiati a Torre del Greco

Ancora due giovani positivi al Covid-19 a Torre del Greco (Napoli): sale a nove il numero complessivo dei casi registrati nell'ultima settimana nella città vesuviana. A comunicarlo è il Centro operativo comunale presieduto dal sindaco Giovanni Palomba che in una nota precisa come si tratti ''dell'accertata positività di due giovani, rispettivamente di 21 e 22 anni, attualmente in isolamento domiciliare e asintomatici, di rientro da località turistiche italiane''.

9:01 - Santa Maria a Vico, sindaco e vice positivi

Un sindaco del Casertano, il primo cittadino di Santa Maria a Vico, Andrea Pirozzi, è risultato positivo al Coronavirus. Anche la sua vice Veronica Biondo è stata trovata positiva qualche giorno fa. È stato lo stesso Pirozzi a renderlo noto con un videomessaggio pubblicato su Facebook, in cui ha assicurato di essere in buone condizioni fisiche e di aver disposto la chiusura del Municipio per due giorni, 27 e 28 agosto, per permettere la sanificazione e lo screening a dipendenti, consiglieri e assessori. Sono intanto saliti a 250 i casi di positività al Covid nel Casertano. 

07:30 - In Campania 135 positivi e un decesso in 24 ore

Sono 135 i positivi - di cui 71 casi di rientro (41 dalla Sardegna e 30 dall'estero) - su 3.026 tamponi: questi i dati del bollettino dell'Unità di crisi della Regione Campania riferito alle ultime 24 ore. Il totale dei positivi è di 6.111 unità mentre il totale dei tamponi è di 393.265. Una persona è deceduta; i guariti sono tre.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24