Mohammad Mohsenifar004

Il reporter 25enne scatta in zone ad alto rischio come ospedali e cimiteri per l'agenzia stampa Fars. "Mi sono ammalato, all'inizio, avevo perso il senso del gusto e dell’olfatto. Non sapevo che si trattasse di coronavirus, mi sono messo in auto-isolamento e poi sono tornato al lavoro. Fare i tamponi non è facile neanche per noi che lavoriamo in prima linea", ci ha raccontato per la rubrica Lo Spunto fotografico. Le foto qui pubblicate sono parte del suo progetto "Life in the age of coronavirus".

di Chiara Piotto