California, sparatoria ad Half Bay Moon: almeno sette i morti. Fermato il killer

Mondo
©Getty

A poche ore dalla strage nella sala da ballo di Monterey Park, un uomo ha aperto il fuoco nella contea di San Mateo, a sud di San Francisco. Il killer è sotto la custodia degli agenti, che lo hanno trovato nel parcheggio di una stazione di polizia nelle vicinanze: si tratta del 67enne Zhao Chunli e le vittime, secondo indiscrezioni, sono contadini cinesi

ascolta articolo

Ancora sangue in California. A poche ore dalla strage nella sala da ballo di Los Angeles, un uomo ha aperto il fuoco e ucciso almeno sette persone nell'area di Half Bay Moon, nella contea di San Mateo, a sud di San Francisco. Il killer è sotto la custodia degli agenti, che lo hanno trovato nel parcheggio di una stazione di polizia nelle vicinanze.  L'uomo è stato identificato nel 67enne Zhao Chunli e le vittime, secondo indiscrezioni, sono contadini cinesi. Tra l'altro diversi bambini sono stati testimoni della strage. Lo riporta il New York Times. Ci sono famiglie di lavoratori che vivono, infatti, nella tenuta dove Zhao Chunli ha aperto il fuoco. All'ora del massacro i bambini erano usciti da scuola. 

La sparatoria

Chunli ha aperto il fuoco nel primo pomeriggio in due diverse località non distanti l'una dall'altra. I motivi del gesto folle non sono ancora noti e la polizia sta indagando per cercare di fare luce sull'accaduto.  "Due ore fa ero con i miei colleghi a una veglia per le vittime" della sala da ballo di Monterey Park, ma non c'è stato tempo per ricordarle che "si è verificata subito un'altra sparatoria di massa, questa volta a Half Bay Moon", twitta il deputato Marc Berman. Gli fa eco il senatore della California Josh Becker: "Farò il possibile per sostenere il Dipartimento dello sceriffo della contea di San Mateo e i funzionari di Half Moon Bay durante questi momenti difficili".

©Getty

La questione "armi"

leggi anche

California, spari durante festa Capodanno lunare: morti e feriti

Per la California, lo Stato americano con le leggi sulle armi più dure, si tratta della seconda strage in poche ore. Dopo la sparatoria alla sala da ballo di Los Angeles, alcuni senatori democratici hanno introdotto provvedimenti per vietare le armi di assalto e innalzare a 21 anni l'età per l'acquisto di pistole e fucili. Iniziative che hanno incassato il plauso di Joe Biden. "Chiedo al Congresso di agire con urgenza e - ha messo in evidenza il presidente - far arrivare sulla mia scrivania il divieto delle armi d'assalto".

Mondo: I più letti