Guerra in Ucraina, ambasciata Usa: "Americani lascino immediatamente la Russia"

Mondo
©Getty

Mosca, secondo la diplomazia Usa, "potrebbe rifiutarsi di riconoscere la doppia cittadinanza per gli americani", "impedire loro di lasciare la Russia e arruolare cittadini con doppia cittadinanza". Inviti a lasciare il Paese anche da Bulgaria e Polonia

ascolta articolo

"I cittadini americani non devono recarsi in Russia, e chi già vi si trova in viaggio o è residente dovrebbe partire immediatamente mentre rimangono disponibili limitate opzioni di voli commerciali".  E' questo l'avviso pubblicato oggi sul suo sito dell'ambasciata di Washington a Mosca, in cui si sottolinea come dopo che "il governo russo ha iniziato a mobilitare i suoi cittadini nell'esercito a sostegno dell'invasione in Ucraina, la Russia potrebbe rifiutarsi di riconoscere la doppia cittadinanza per americani, negare loro accesso all'assistenza consolare, impedire loro di lasciare la Russia e arruolare cittadini con doppia cittadinanza". (GUERRA IN UCRAINA: IL LIVEBLOG)

"Voli commerciali estremamente limitati"

approfondimento

Russia, Bbc: "Mosca creerà centro reclutamento al confine con Georgia"

"I voli commerciali a disposizione sono estremamente limitati e spesso non disponibili con poco anticipo - prosegue l'alert - sono ancora aperte le disponibilità di viaggi in macchina ed autobus. Se volete lasciare la Russia, dovete organizzarvi in modo indipendente al più presto possibile. L'ambasciata Usa ha gravi limitazioni nell'assistenza dei cittadini e la situazione, comprese le possibilità di viaggi, potrebbe improvvisamente diventare più limitata". 
"Ricordiamo ai cittadini americani che il diritto di riunirsi pacificamente e la libertà di espressione non sono garantiti in Russia - conclude l'alert - evitate tutte le proteste politiche e non fotografate agenti di sicurezza durante questi eventi. Le autorità russe hanno arrestato cittadini americani che partecipavano a dimostrazioni". 

Appelli a lasciare il Paese anche da Bulgaria e Polonia

approfondimento

Nord Stream, Ue: "Attacco deliberato". Mosca: "Accuse stupide"

Dello stesso tenore gli avvisi dei governi di Bulgaria e Polonia, che chiedono a propri cittadini di lasciare la Russia con urgenza, nel timore che possa diventare più difficile varcare i confini della Federazione con la chiusura di accessi a causa dell'aumento dei russi che fuggono dalla mobilitazione. Con un comunicato il ministero degli Esteri di Sofia ha esortato ad "evitare di recarsi in Russia e raccomandato a cittadini bulgari che si trovano in Russia di considerare la possibilità di lasciare il Paese al più presto possibile, usando i mezzi di trasporti attualmente a disposizione".

Il ministero degli Esteri polacco ha fatto una simile esortazione ai propri cittadini in Russia: "in caso di un drastico deterioramento della situazione di sicurezza, la chiusura dei confini o altre imprevedibili circostanze, l'evacuazione potrebbe essere significativamente difficile e persino impossibile". "Raccomandiamo ai cittadini polacchi che rimangono in Russia - conclude - di lasciare il territorio della Federazione usando ogni mezzo commerciale e privato a disposizione".

Mondo: I più letti