Maldive, resort cerca "libraio scalzo": soggiorno gratis in una suite da sogno

Mondo
©Getty

L'offerta della struttura Soneva Fushi offre l'opportunità di stabilirsi per un anno in una suite da 36 mila dollari a notte. Le candidature scadono il 13 agosto: il vincitore dovrà rispettare il diktat del resort, che vieta l'utilizzo di calzature

ascolta articolo

L'occasione per cambiare la propria vita arriva dalle Maldive, con un'offerta di lavoro quasi da non credere. Il resort Soneva Fushi ha, infatti, aperto la ricerca di un “libraio scalzo”, che a partire da ottobre potrà lavorare sull'atollo Baa, soggiornando gratuitamente in una suite della strutture da 36 mila dollari a notte.

Incarico per un anno

L'incarico avrà la durata di un anno e si svolgerà in una riserva della biosfera riconosciuta dall'Unesco nel cuore dell'Oceano Indiano. Stando a quanto precisato dalla rivista di viaggi britannici TimeOut, il compenso sarebbe di 750 dollari al mese, ma "il libraio vivrà gratuitamente in una suite da 36.500 dollari a notte".

I requisiti per candidarsi

L'offerta presenta alcuni requisiti indispensabili per potersi candidare, a partire da "eccellenti competenze di inglese scritto e orale". Le persone interessate a candidarsi dovranno avere precedenti esperienze nella vendita di libri o aver ricoperto un ruolo nel campo dell'editoria, amare la lettura e conoscere la letteratura classica e moderna.

Si occuperà anche dei social

leggi anche

Le mete dei vip italiani in vacanza. FOTO

Il libraio, inoltre, dovrà occuparsi della gestione delle pagine dei social media. Dovrà quotidianamente gestire le vendite della libreria e sarà responsabile delle esperienze degli ospiti in alcuni corsi come quello di "lezione di scrittura creativa". Le persone interessate hanno tempo fino al 13 agosto per inviare la propria candidatura.

Accesso riservato alle persone scalze

Non è la prima volta che il resort lancia un'iniziativa analoga. Il progetto "libraio scalzo", infatti, è iniziato nel 2018. Il resort ha un'unica regola: tutte le persone che vi anno accesso devono essere scalze, compresi i dipendenti. Tutti coloro che si ritrovano nella struttura vengono incoraggiati a staccarsi dal mondo digitale per riconnettersi con le proprie esigenze primarie.

Mondo: I più letti