Guerra Ucraina, tutte le attività di Renault in Russia passano allo Stato

Mondo
©Ansa

Il consiglio di amministrazione del gruppo francese ha approvato all'unanimità l'accordo di cessione per "tutelare i nostri 45mila dipendenti" nel Paese, ha spiegato il ceo Luca de Meo. La proprietà è adesso del governo della città di Mosca. Ceduto anche il 67,69% delle partecipazioni in Avtovaz, società automobilistica russa, con opzione di rientro esercitabile entro sei anni

ascolta articolo

Tutte le attività in Russia della casa automobilistica Renault sono adesso proprietà dello Stato russo. Ad annunciarlo è il Ministero dell’Industria e del Commercio di Mosca. L'operazione va a completare il percorso di ritiro dalla Russia che Renault - come centinaia di altre aziende - aveva annunciato lo scorso marzo, in risposta all’invasione armata dell’Ucraina (GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE). L’amministratore delegato di Renault, Luca de Meo, parla di una decisione “difficile ma necessaria”, presa per tutelare “i nostri 45mila dipendenti in Russia”. L’accordo di cessione firmato all’unanimità dal consiglio di amministrazione del Gruppo Renault prevede il trasferimento al 100% delle azioni al governo della città di Mosca. Si stima che l'uscita dalla Russia, secondo mercato mondiale del Gruppo dopo l'Europa, costerà a Renault circa il 10% del suo fatturato annuo. Dopo la notizia degli accordi, la società ha aperto in lieve flessione in Borsa, cedendo a Parigi lo 0,7%, in linea con il settore dell'auto che procede in calo.

La cessione delle azioni in Avtovaz e l'opzione di riacquisto in sei anni

vedi anche

Guerra Ucraina, com’è cambiata la posizione di alcuni Paesi neutrali

Renault ha ceduto anche il 67,69% delle sue partecipazioni in Avtovaz, società automobilistica russa. Il nuovo proprietario è il Nami (Istituto centrale ricerca e sviluppo automobili e motori). L’operazione lascia però aperta la possibilità di tornare in Russia “in futuro, in un contesto diverso”, ha spiegato de Meo. L’accordo prevede infatti un’opzione di riacquisto da parte di Renault delle proprie partecipazioni in Avtovaz, da esercitare entro sei anni.

Il giro di affari di Renault in Russia

vedi anche

Eurovision, sventati attacchi hacker di un gruppo filorusso

Solo negli ultimi dieci anni Renault aveva investito circa 2 miliardi di euro in Russia. Nel primo trimestre del 2022, la casa francese aveva registrato nel Paese ricavi complessivi per circa 900 milioni di euro: 527 milioni dalla sua partecipazione del 67,69% in Avtovaz e 367 milioni da Renault Russia. 

Mondo: I più letti