Draghi incontra Biden alla Casa Bianca: “Putin pensava di dividerci, ha fallito”

Mondo
©Getty

Il presidente del Consiglio è negli Stati Uniti per un faccia a faccia con il leader americano. Tra i temi il conflitto in Ucraina, l'energia e la sicurezza alimentare. "Le nostre nazioni sono unite in modo forte e la guerra in Ucraina ne ha ulteriormente rafforzato l'unione", ha detto il premier. E ancora: "Dobbiamo utilizzare ogni canale per la pace". "La cooperazione dell'Italia è fondamentale", ha assicurato il presidente Usa

ascolta articolo

"Putin pensava di dividerci, ha fallito". Mario Draghi è negli Stati Uniti per la sua prima visita nel Paese da presidente del Consiglio. Ha incontrato il leader americano Joe Biden nello Studio Ovale, alla Casa Bianca (FOTO). "Siamo uniti nel condannare l'invasione dell'Ucraina, uniti nelle sanzioni e nell'aiutare l'Ucraina come ci ha chiesto il presidente Zelensky”, ha detto il premier italiano. Il faccia a faccia, come fatto sapere da Palazzo Chigi, è l’occasione per riaffermare la storica amicizia e il forte partenariato tra i due Paesi. Tra i temi, la guerra in Ucraina e il "coordinamento con gli Alleati sulle misure a sostegno del popolo ucraino e di contrasto all’aggressione della Russia" (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE). In agenda anche l'energia e la sicurezza alimentare. L'incontro tra i due leader è avvenuto nel primo pomeriggio ora locale, le 14 a Washington, le 20 in Italia (IL PROGRAMMA).

Draghi: “Putin pensava di dividerci, ha fallito”

vedi anche

Draghi da Biden: l'incontro alla Casa Bianca. FOTO

Parlando con Biden nello Studio Ovale, Draghi ha sottolineato: "Putin pensava di dividerci, ha fallito. Le nostre nazioni sono unite in modo forte e la guerra in Ucraina ne ha ulteriormente rafforzato l'unione. Eravamo vicini e ora siamo ancora più vicini e so che possiamo contare sul tuo sostegno come un sincero amico dell'Ue e dell'Italia". Parlando del conflitto, il premier italiano ha aggiunto: "Dobbiamo utilizzare ogni canale per la pace, per un cessate il fuoco e l'avvio di negoziati credibili" (VIDEO). E ancora: "In Italia e in Europa le persone vogliono la fine di questi massacri, di questa violenza, di questa macelleria. Le persone pensano che cosa possiamo fare per portare la pace". Draghi ha poi sottolineato: "Quello che sta succedendo in Ucraina ha portato un drastico cambiamento nell'Unione europea”.

Biden: “La cooperazione dell'Italia è fondamentale”

leggi anche

Draghi da Biden, il programma dell'incontro di oggi negli Usa

"Sei stato un buon amico e un grande alleato", ha detto invece Biden rivolgendosi a Draghi. E ancora: "C'è una cosa che appezzo di te, il tuo sforzo sin dall'inizio per unire la Nato e l'Ue e ci sei riuscito. Era difficile credere che andassero di pari passo, era più probabile che si dividessero ma tu sei riuscito a farle andare all'unisono". “La cooperazione dell'Italia è fondamentale”, ha assicurato il presidente Usa. L'Italia e gli Stati Uniti "hanno una lunga storia di legami condivisi", ha aggiunto, sottolineando che nel Paese ci sono "tanti italo-americani fieri delle loro origini". "Un'Unione europea forte – ha detto ancora Biden – è nell'interesse degli Usa". Più tardi, rispondendo a una domanda sugli sforzi di pace rilanciati da Draghi nei suoi colloqui a Washington con Biden, la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki ha spiegato: "Continuiamo a essere aperti a una soluzione diplomatica in Ucraina, ma non vediamo nessun segnale da parte della Russia che voglia impegnarsi in questo percorso".

Il colloquio tra Draghi e Biden

Dopo le dichiarazioni nello Studio Ovale, c’è stato il colloquio tra Draghi e Biden, durato circa un'ora e mezzo. "La pace sarà quello che vorranno gli ucraini, non quello che vorranno altri", ha detto, secondo quanto si apprende da fonti italiane, il presidente del Consiglio. Biden, secondo quanto riferiscono le stesse fonti, si sarebbe detto "d'accordo". "Dobbiamo chiedere alla Russia di sbloccare il grano bloccato nei porti Ucraini", ha detto ancora Draghi. "Ci sono milioni di tonnellate ferme. Rischiamo una crisi alimentare in Africa", gli ha risposto il presidente Usa. Si è parlato anche dell’aumento dei prezzi. "L'invasione della Russia ha fatto salire il prezzo del gas a livelli molto alti. C'è bisogno di un tetto al prezzo del gas a livello europeo. E c'è bisogno che l'Europa sia unita nel gestire anche finanziariamente le sfide che abbiamo davanti: la difesa, la ricostruzione dell'Ucraina, i costi della crisi", ha detto Draghi. "La Libia può essere un enorme fornitore di gas e petrolio, non solo per l'Italia ma per tutta Europa”, ha aggiunto. Quando Biden gli ha chiesto "Tu cosa faresti?", il capo del governo italiano ha risposto: "Dobbiamo lavorare insieme per stabilizzare il Paese". "Siamo disposti ad aumentare la nostra produzione di petrolio, ma vogliamo anche mantenere i nostri obiettivi di transizione energetica", ha osservato poi Biden. "Grazie e concordo pienamente. Come dico sempre, diversificazione energetica e transizione ambientale vanno di pari passo", ha risposto Draghi.

Il programma del viaggio di Draghi negli Usa

approfondimento

Ucraina, G7: nuove sanzioni contro sostenitori Putin e loro familiari

Il viaggio, per Draghi, è anche l'occasione per una visita al Congresso Usa, domani 11 maggio, con un incontro bipartisan con i parlamentari e un saluto alla speaker della Camera Nancy Pelosi, che aveva già incontrato lo scorso ottobre a Roma. Domani si terrà anche l'incontro con la stampa presso l'ambasciata italiana, mentre in serata, prima di rientrare in Italia, il premier sarà all'Atlantic Council dove riceverà il Distinguished Leadership Award. 

Mondo: I più letti