Guerra Russia-Ucraina, Zelensky: “10mila soldati russi uccisi senza sapere perché”

Mondo

Il presidente ucraino smentisce le affermazioni del presidente della Duma russa che lo accusava di essere fuggito in Polonia. Poi in un videomessaggio, trasmesso sugli schermi nelle piazze di città europee dove si sono svolte manifestazioni contro l'invasione russa, avverte: “Se l'Ucraina non sopravviverà, l'intera Europa non sopravviverà”. E attacca la Nato: “La leadership dell'alleanza ha dato il via libera ad ulteriori bombardamenti di città e villaggi rifiutandosi di creare una no-fly zone"

ascolta articolo

"Ogni due giorni dicono che sono scappato dall'Ucraina, da Kiev. Ma sono qua, lo vedete, al mio posto". Così il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in un video postato su Instagram, ha smentito le parole del presidente della Duma russa, Vyacheslav Volodin, che lo aveva accusato di essere fuggito in Polonia. "Nessuno è scappato da nessuna parte, stiamo lavorando", aggiunge il presidente ucraino, citato da Interfax, indicando che con lui c'è il capo di gabinetto della presidenza Andriy Yermak (TUTTE LE NEWS LIVE - GLI SCENARI - LO SPECIALE - I VIDEO - IL RACCONTO DEGLI INVIATI). "Quasi 10mila soldati russi sono stati uccisi", ha proseguito Zelensky in un nuovo video sui social. “È terribile, sono 18enni, ventenni, quasi bambini, soldati a cui non è stato spiegato che stavano andando a combattere. La Russia dovrebbe dargli un'altra possibilità", ha sottolineato il leader ucraino, assicurando comunque che i russi "perderanno" questa guerra. Ha poi lanciato un appello: la tregua deve essere rispettata oggi. "I corridoi umanitari devono entrare oggi a Mariupol e Volnovakha, per salvare donne bambini e anziani e dare cibo e medicine a chi è rimasto. Stiamo facendo di tutto per far funzionare l'accordo", aggiunge. La vicepremier, Irna Vereshchuk, ha invece denunciato che la Russia ha violato l'accordo sui corridoi dopo due ore riprendendo i bombardamenti.

Il video di Zelensky nelle piazze europee

approfondimento

Guerra Ucraina: social, propaganda e censura al centro del conflitto

Zelensky venerdì sera è comparso anche in un videomessaggio trasmesso sugli schermi nelle piazze di città europee dove si sono svolte manifestazioni contro l'invasione russa, tra cui Francoforte, Praga, Lione, Tbilisi, Vienna, Bratislava e Vilnius. "Non tacete, scendete in piazza e sostenete l'Ucraina", perché "se l'Ucraina non sopravviverà, l'intera Europa non sopravviverà - ha detto il presidente ucraino nel video - Sostieni l'Ucraina. Sostieni la nostra libertà. Perché questa è una vittoria non solo sull'esercito russo, questa è una vittoria della luce sulle tenebre, del bene sul male".

Zelensky condanna il rifiuto della Nato a una no fly zone

approfondimento

Guerra Ucraina, la paura di nuove sanzioni blocca il petrolio russo

Poi in un video pubblicato dalla presidenza ucraina, Zelensky ha condannato la Nato per aver escluso una no-fly zone sul suo Paese affermando che l'alleanza militare occidentale sa che è probabile un'ulteriore aggressione russa. "Sapendo che nuovi attacchi e vittime sono inevitabili, la Nato ha deliberatamente deciso di non chiudere il cielo sull'Ucraina - ha detto Zelensky - Oggi la leadership dell'alleanza ha dato il via libera ad ulteriori bombardamenti di città e villaggi ucraini, rifiutandosi di creare una no-fly zone".

Mondo: I più letti