Belgio, stop alle mail fuori orario di lavoro. E si pensa anche a settimana corta

Mondo

Da oggi i dipendenti della pubblica amministrazione non dovranno più rispondere a mail, messaggi e telefonate fuori dell’orario di lavoro a meno che non ci siano motivi "eccezionali" 

Arriva dal Belgio l’ultima novità in tema di lavoro. E sempre dal Belgio arriva un’altra possibilità che potrebbe rappresentare un’altra piccola rivoluzione. Da oggi i dipendenti della pubblica amministrazione non dovranno più rispondere a mail, messaggi e telefonate fuori dell’orario di lavoro a meno che non ci siano motivi "eccezionali" per non disconnettersi al termine della giornata lavorativa. 

Nessuna risposta ad email e-mail fuori dell’orario di lavoro

approfondimento

Belgio, via il genere dai documenti: la proposta di legge

La novità riguarderà 65mila dipendenti, al momento del settore pubblico, ma il governo sta valutando di estendere questo diritto alle aziende private, malgrado l'opposizione di diversi gruppi imprenditoriali. Per il ministro della pubblica amministrazione Petra De Sutter, la legge servirà a cambiare una cultura per cui le persone si sentono di dover essere sempre disponibili, cultura amplificata e gonfiata durante i mesi della pandemia, soprattutto per quei lavoratori e lavoratrici che con lo smart working hanno ritenuto di dover essere sempre connessi e a disposizione.

La proposta di legge per accorciare la settimana lavorativa

approfondimento

Il modello della settimana corta

Il governo federale sta anche esaminando una proposta di legge per accorciare la settimana lavorativa a 4 giorni, per un totale di 38 ore. Se verrà approvata i dipendenti sia pubblici che privati potranno godere di weekend lunghi tre giorni.

I precedenti

Con lo stop alle mail fuori dall’orario di lavoro, il Belgio ha seguito una tendenza già presente in Europa. Il Portogallo l'anno scorso ha approvato una legge in base alla quale i datori di lavoro con più di 10 dipendenti possono essere passibili di multe se inviano sms o e-mail ai loro dipendenti fuori orario mentre in Francia, dal 2017, le organizzazioni con più di 50 lavoratori hanno dovuto avviare trattative per definire i diritti dei dipendenti di ignorare smartphone e laptop aziendali. Ancora prima, nel 2012, la Volkswagen in Germania decise di vietare ad alcuni dipendenti l'accesso alla posta elettronica fuori orario di lavoro.

Mondo: I più letti