Giorno della Memoria. Margot Friedländer, sopravvissuta alla Shoah, all'Ue: "Mai più"

Mondo

Il toccante intervento davanti al Parlamento europeo: “Siamo tutti uguali”. La presidente della Commissione, Ursula von der Leyen: “L'antisemitismo non è scomparso, ma questa volta non chiuderemo gli occhi”

LO SPECIALE SUL GIORNO DELLA MEMORIA

 

"L'antisemitismo non è scomparso. Avvelena ancora le nostre società. Un incredibile 70% degli ebrei europei non si sente al sicuro quando indossa una kippah o una stella di David. E durante tutta la pandemia, gli ebrei sono stati il bersaglio di ogni sorta di teorie del complotto e incitamento all'odio. Ma questa volta non chiuderemo gli occhi. Mai più". Lo ha detto la presidente della Commissione Ursula von der Leyen intervenendo al Parlamento Europeo a Bruxelles in occasione della Giornata della Memoria. 

Margot Friedländer: "Non deve succedere mai più"

approfondimento

Giorno della Memoria, a Sky TG24 il ricordo di Gilberto Salmoni

La Plenaria, per l'occasione, ha ospitato Margot Friedländer, sopravvissuta al lager di Theresienstadt. Oggi centenaria, la donna tedesca, sopravvissuta all'Olocausto, ha raccontato di come i genitori non riuscirono a salvarsi ad Auchwitz. Dopo una vita passata a New York, a 88 anni Friedländer è tornata in patria, a Berlino, ritrovandosi spesso a ricordare nelle scuole quanto ha vissuto. "Siate umani. Non si può amare tutti ma tutti meritano di essere rispettati. Non esiste il sangue cristiano, ebraico, musulmano, c'è solo sangue umano. Siamo tutti uguali. Ciò che è successo è successo, non possiamo cambiarlo. Ma mai più deve riaccadere", sono state le parole di Friedländer. E in Aula anche il presidente del Consiglio Ue Charles Michel è voluto intervenire: "Difendere la democrazia in Europa vuol dire lottare contro l'antisemitismo", è stato il suo messaggio.

 

 

GUARDA ANCHE IL VIDEO SU SKY VOICEGiorno della Memoria, il dizionario: le parole per non dimenticare

Mondo: I più letti