Nuova Zelanda, il Covid costringe la premier Ardern a rinviare nozze

Mondo

La decisione è stata presa a causa della recrudescenza dell'epidemia di Covid-19 e della variante Omicron. Il Paese ha infatti dovuto adottare nuove misure restrittive, compreso il limite di 100 persone completamente vaccinate agli eventi

Tra le dirette conseguenze delle nuove restrizioni decise dal governo neozelandese c’è anche il rinvio delle nozze della stessa premier Jacinda Ardern. A dare la notizia lo stesso primo ministro in occasione dell’annuncio dell’inasprimento delle misure anti Covid-19 dovute alla recrudescenza dell'epidemia di Covid-19 e della variante Omicron. "Il mio matrimonio non sarà celebrato", ha dichiarato dopo aver dettagliato le nuove restrizioni, compreso il limite di 100 persone completamente vaccinate agli eventi. Ardern e il suo compagno Clarke Gayford non avevano mai annunciato la data esatta del loro matrimonio, ma era prevista per le prossime settimane (SPECIALE COVID - AGGIORNAMENTI IN DIRETTA). 

Le restrizioni in vigore dalla mezzanotte

approfondimento

Covid, Nuova Zelanda: lockdown esteso fino al 27 agosto

"Ho appena condiviso la sorte di molti altri neozelandesi che hanno avuto un'esperienza del genere a causa della pandemia", ha affermato. L'emergere di nove casi di Omicron in una famiglia che ha viaggiato tra le città per partecipare a un matrimonio e il contagio di un assistente di volo su un aereo su cui volavano, hanno costretto la Nuova Zelanda a imporre le sue restrizioni dalla mezzanotte di domenica. Omicron è molto più trasmissibile della precedente variante Delta, ma è meno probabile che faccia ammalare gravemente le persone. Oltre a limitare il numero di persone, le mascherine sono ora obbligatorie sui trasporti pubblici e nei negozi. Le nuove restrizioni dovrebbero rimanere in vigore almeno fino alla fine del prossimo mese. "Così è la vita", ha detto Ardern aggiungendo: "Non sono diversa dalle migliaia di altri neozelandesi che hanno vissuto situazioni molto più devastanti a causa della pandemia, inclusa quella particolarmente dolorosa di non poter stare con i propri cari quando sono gravemente malati". La Nuova Zelanda ha rilevato 15.104 casi di Covid e registrato 52 decessi dall'inizio della pandemia.

Mondo: I più letti