Covid, il Cile anticipa la quarta dose di vaccino a gennaio per chi è a rischio

Mondo
©IPA/Fotogramma

A causa dell'aumento dei casi di Omicron che ha fatto tornare il Paese sudamericano sopra la quota di 10mila casi “attivi”, il governo cerca di anticipare e accelerare la campagna vaccinale con un secondo richiamo. Lo Stato è tra quelli al mondo con il tasso di vaccinazione completo più elevato, pari al 92,1%

Il Cile ha deciso di anticipare a gennaio la campagna vaccinale con la quarta dose di richiamo per chi è a rischio a causa dell'aumento dei casi di Covid legati alla variante Omicron. Nelle ultime 24 ore, ancora una volta, nel Paese sono stati superati i 10.000 casi attivi. Il ministro cileno della Salute, Enrique Paris, ha confermato che il Comitato scientifico che lo assiste prevede un aumento dell'incidenza della variante Omicron all'inizio dell'anno, e ha stimato che "la regione metropolitana di Santiago avrà un aumento del 51% dei casi". 

La situazione Covid in Cile

leggi anche

Covid, le differenze tra le varianti Omicron e Delta

Con 1.912 contagi nelle ultime 24 ore, il Cile è tornato sopra la quota di 10 mila casi "attivi" di Covid-19 e il tasso di positività si è attestato al 3,1%, il livello più alto dal 30 novembre. Il Paese sudamericano di 17 milioni di abitanti è fra quelli al mondo con il tasso di vaccinazione completo più elevato, pari al 92,1% ovvero circa 15 milioni di persone che hanno ricevuto almeno due dosi. La restante quota della popolazione dovrà presto fare i conti con nuove restrizioni alla mobilità. Con i 22 decessi del 2 gennaio, il conto totale delle vittime della pandemia sale in Cile a 39.162.

La quarta dose di vaccino

leggi anche

Covid, Israele: quarta dose a over 60 dopo quattro mesi dal booster

"Inizieremo a gennaio con la quarta dose - ha spiegato il ministro Paris in una intervista con la tv Canal 13 - pensando prima di tutto alle persone che hanno maggiori rischi immunitari, come gli anziani e le persone che lavorano nel settore sanitario. "Sarà - ha infine detto - il presidente Sebastián Piñera a fare l'annuncio, che a lui spetta, dell'avvio ufficiale della campagna di vaccinazioni questa settimana". L'avvio del processo di immunizzazione con la quarta dose, notano i media cileni, è in anticipo di un mese rispetto a quanto le autorità avevano programmato per febbraio.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24