Covid, Il parere dell'Ema: Stati possono usare la pillola Pfizer

Mondo

Si tratta del medicinale Paxlovid che potrà essere utilizzato contro il Covid nei Paesi che lo ritengano opportuno prima dell’autorizzazione europea. Nel frattempo l’Agenzia europea del farmaco ha anche autorizzato un nuovo sito e l'aumento della produzione in altri due per i vaccini anti-Covid

Il medicinale Paxlovid della Pfizer può  essere utilizzato contro il Covid nei Paesi che lo

ritengano opportuno. E' questo il parere dell'Ema, "emesso - sottolinea l’Agenzia in una nota - per supportare le autorità nazionali che potrebbero decidere su un possibile uso precoce del medicinale" prima dell'autorizzazione Ue. Il trattamento con il Paxlovid è riservato ad adulti con Covid-19 che non richiedono ossigeno supplementare e che sono a maggior rischio di progressione verso una malattia grave. Ricordiamo che Paxlovid deve essere somministrato il prima possibile dopo la diagnosi ed entro 5 giorni dall'inizio dei sintomi.

Le raccomandazioni dell’Ema

approfondimento

Ema valuta autorizzazione di una cura per la malattia di Niemann-Pick

Non solo, l'Agenzia europea del farmaco ha raccomandato l'autorizzazione di due trattamenti per Covid-19: l'anticorpo monoclonale sotrovimab (Xevudy-) e l'antinfiammatorio anakinra (Kineret-), medicinale immunosoppressivo già autorizzato nell'Ue per varie condizioni infiammatorie. L'ente regolatorio Ue spiega che il primo è indicato per trattare Covid-19 negli adulti e negli adolescenti dai 12 anni di età e con un peso di almeno 40 chilogrammi, che non richiedono ossigeno supplementare e che sono a maggior rischio che la malattia diventi grave.Mentre l’indicazione per il secondo è stata invece estesa per includere il trattamento di Covid-19 in pazienti adulti con polmonite che richiedono ossigeno supplementare e che sono a rischio di sviluppare grave insufficienza respiratoria.

Aumento dei siti per produrre vaccini

approfondimento

Omicron, Ema: "Pronti piani di emergenza, ma speriamo non servano"

 L'Agenzia europea del farmaco ha anche autorizzato un nuovo sito e l'aumento della produzione in altri due per i vaccini anti-Covid per l'Ue.  Il nuovo sito è lo stabilimento di Marcy-l'E'toile, in Francia, gestito da Sanofi Pasteur, che produrrà il vaccino Janssen (Johnson & Johnson). Parere positivo anche per l'aumento della produzione di Spikevax, il vaccino di Moderna, nell'impianto di Madrid della Rovi Contract Manufacturing. Si stima la produzione di circa 25 milioni di dosi aggiuntive di Spikevax ogni mese per l'Ue e i paesi terzi attraverso l'iniziativa Covax. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24