Assalto a Capitol Hill, ex capo staff Trump Mark Meadows accusato di oltraggio a Congresso

Mondo

 L'accusa per essersi rifiutato di testimoniare davanti alla Commissione ristretta che indaga sull'attacco del 6 gennaio al Campidoglio. Due deputati Repubblicani, Liz Cheney e Adam Kinzinger, si sono uniti al voto dei Democratici a sostegno della misura

Con 222 voti a favore e 208 contrari, la Camera dei Rappresentanti di Washington ha approvato il deferimento dell’ex capo dello staff di Donald Trump, Mark Meadows, al Dipartimento di Giustizia con l'accusa di oltraggio al Congresso per essersi rifiutato di testimoniare davanti alla Commissione ristretta che indaga sull'attacco del 6 gennaio al Campidoglio. Due deputati Repubblicani, Liz Cheney e Adam Kinzinger, si sono uniti al voto dei Democratici a sostegno della misura. Meadows aveva fornito migliaia di pagine di documenti agli inquirenti, poi aveva respinto la richiesta della Commissione – fatta per il tramite di una citazione in giudizio - di deporre.

Stessa accusa per l'ex consigliere Bannon

approfondimento

Assalto al Congresso Usa: spunta piano per ripresa potere Trump

Meadows è la seconda persona della cerchia di Trump ad essere accusata di oltraggio dalla Camera. A ottobre, nove Repubblicani della Camera si erano uniti al voto dei Democratici per pronunciarsi a favore della stessa accusa per l'ex consigliere di Trump, Steve Bannon; e alcune settimane dopo, un gran giurì federale aveva incriminato Bannon per aver disatteso il mandato di comparizione della commissione di indagine sul 6 gennaio.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24