Minsk, Lukashenko contro l'Ue: dal 1° gennaio scatta l'embargo sull'import agroalimentare

Mondo
©Ansa

La decisione arriva dal presidente bielorusso, che ha "messo in guardia" gli alleati sulle prossime mosse dell'Occidente. In precedenza l'Ue aveva varato una serie di sanzioni contro il Paese. Le merci che vengono importate comprendono carne, ortaggi, sale e dolciumi

Dal primo gennaio 2022 in Bielorussia scatterà l'embargo sui prodotti alimentari dell'Unione Europea. Una decisione presa, in generale, verso le merci provenienti da Paesi che Minsk considera "ostili". Tra questi c'è l'Ue, che ha attivato anche delle sanzioni verso la Bielorussia.

Il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko - ©Ansa

La decisione di Lukashenko

Il presidente Alexander Lukashenko, parlando al consiglio supremo dell'Unione Economica Euroasiatica, ha "messo in guardia" gli alleati della Bielorussia sulle prossime mosse dell'Occidente ,che potrebbero mettere sotto pressione Russia e Bielorussia, e li ha invitati a contare sulle proprie forze trovando altre strade per l'import. "Possiamo rifornirci del necessario" da soli, ha sottolineato Lukashenko.

L'elenco delle merci colpite

Secondo il Consiglio dei ministri di Minsk, da inizio 202 1il Paese ha importato alimenti per più di 530 milioni di dollari da UE, USA, Canada, Norvegia, Albania, Islanda, Regno Unito, Montenegro, Macedonia del Nord e Svizzera, tutti Paesi finiti nell'occhio del ciclore. Tra le merci importate ci sono carne di maiale, di bestiame, salata, in salamoia, secca o affumicata, e poi verdure, frutta, dolciumi, sale e molti altri prodotti. L'Ue aveva varato in precedenza il quinto pacchetto di sanzioni contro Minsk, insieme a Regno Unito e Usa.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24