Tensione Russia-Ucraina, vertice tra Biden e Putin: de-escalation e ritorno a diplomazia

Mondo
©Ansa

Faccia a faccia virtuale tra il presidente Usa e quello russo dopo che l'americano ha sentito i capi di governo di Germania, Francia, Italia e Regno Unito. La diplomazia è la sola via per risolvere le tensioni tra Mosca e Kiev e il conflitto nel Donbass, hanno sottolineato i leader europei in un messaggio inviato al leader russo

È durato oltre due ore il summit virtuale tra il presidente americano Joe Biden e quello russo Vladimir Putin sulla questione Ucraina. "Il presidente Joe Biden ha ribadito il suo sostegno alla sovranità ucraina e alla sua integrità territoriale e ha chiesto una de-escalation e un ritorno alla diplomazia", come ha reso noto la Casa Bianca. Biden ha anche "manifestato le profonde preoccupazioni degli Usa e dei nostri alleati europei sull'escalation delle forze russe intorno all'Ucraina e ha messo in chiaro che gli Stati Uniti e i loro alleati risponderanno con forti misure economiche e di altro genere in caso di escalation militare". Inoltre Biden non ha fatto alcuna concessione a Putin sulle procedure con cui la Nato decide l'adesione dei suoi membri, come ha detto il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan. Come noto, Putin ha chiesto garanzie legali contro l'espansione della Nato ad Est.

Putin: "Kiev adotta linea distruttiva"

"Il presidente russo, utilizzando esempi specifici, ha illustrato la linea distruttiva di Kiev volta al completo smantellamento degli accordi di Minsk e degli accordi raggiunti nel "formato Normandia" e ha espresso grave preoccupazione per le azioni provocatorie di Kiev contro il Donbass", fa invece sapere il Cremlino.

Biden ha parlato con Putin dalla sala operativa militare

leggi anche

Live In, Di Maio a Sky TG24: l'Italia incoraggia il dialogo Usa-Russia

Biden ha parlato con Putin dalla Situation room, una sala operativa ultra sicura nei sotterranei della West Wing dove l'amministrazione Usa pilota tutti gli interventi più delicati, compresi quelli militari, come il blitz contro Osama Bin Laden. È una zona off limits per la stampa, quindi non ci sono stati foto, immagini e scambi di saluti in diretta. Insieme al presidente i suoi più stretti collaboratori, tra cui il segretario di Stato Antony Blinken.

Il video-collegamento fra Biden e Putin

Il vertice fra Biden e Putin aveva l’obiettivo di disinnescare i timori di un'invasione russa in Ucraina, che trasformerebbe nuovamente l'Europa in un campo di battaglia, e ci sono già voci di un altro summit di persona a inizio anno, dopo quello di giugno a Ginevra. Entrambi avevano usato un po’ di pre-tattica da vigilia. Il commander in chief, che si è consultato con gli alleati europei chiave per coordinare il suo messaggio, aveva avvisato che non accetterà alcuna linea rossa e che sta preparando con i partner un pacchetto di misure senza precedenti in caso di blitz militare. I media americani avevano anticipato un ampio ventaglio di sanzioni, che spaziano da quelle contro l'inner circle di Putin a quelle contro il sistema bancario ed energetico russo, sino a colpire il debito sovrano e a escludere Mosca dal circuito Swift per i trasferimenti finanziari su scala globale. Una fonte della Casa Bianca aveva rivelato inoltre che gli Usa sono pronti a rafforzare la loro presenza militare in Europa dell'est e "risponderanno favorevolmente" ad eventuali richieste dei loro alleati in quella regione in caso di invasione dell'Ucraina. Putin, che pretende delle garanzie legali contro l'espansione della Nato ad est, attraverso il Cremlino aveva denunciato le "numerose falsità sui suoi presunti piani di aggressione contro l'Ucraina" e la "retorica aggressiva" occidentale anti russa.

Il vertice virtuale tra Biden e i leader europei

leggi anche

Ucraina, Wp: Russia pianifica blitz con 175mila soldati a inizio anno

Ieri invece il presidente americano, sulla questione ucraina, aveva dialogato in videoconferenza coi leader europei, tra cui il presidente del Consiglio italiano Mario Draghi. I capi di governo, ha spiegato l’Eliseo, hanno assicurato "il loro impegno ad agire per mantenere la pace e la sicurezza in Europa". Inoltre, hanno sottolineato la necessità che la Russia torni al tavolo dei negoziati con l'Ucraina nel quadro del gruppo cosiddetto “Normandia”, sotto l'egida della Francia e della Germania. Dopo la riunione, il presidente Biden e i leader europei - come riporta la Casa Bianca – hanno inviato un messaggio a Putin ribadendo il loro sostegno alla sovranità e all'integrità territoriale dell'Ucraina e sottolineando come la diplomazia sia la sola via per risolvere le tensioni tra Mosca e Kiev e il conflitto nel Donbas.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24