Polonia, respinti centinaia di migranti al confine con la Bielorussia. VIDEO

Mondo
©Getty

Data la situazione, sono state dispiegate anche le unità anti-terrorismo per fronteggiare l'arrivo di oltre mille richiedenti asilo. Si tratta principalmente di donne e bambini. Dura presa di posizione da parte di Europa e Stati Uniti

Sono arrivati in centinaia per richiedere asilo politico, ma senza risultato. Nella giornata di oggi, i migranti hanno raggiunto a piedi il confine tra Bielorussia e Polonia prima di essere respinti dal cordone della polizia e dei militari. Secondo il ministero dell'Interno, si tratta principalmente di donne e bambini che stavano tentando di entrare illegalmente nella zona a sud del passaggio della frontiera a Kuznica Bialostocka. 

Dispiegamento di forze

leggi anche

Riciclaggio denaro in Polonia, arrestato imprenditore Prato

Una milizia composta da migliaia di soldati sta presidiando i confini polacchi. Data la situazione, sono state dispiegate anche le unità anti-terrorismo per fronteggiare l'arrivo di oltre mille richiedenti asilo. Secondo l'agenzia di stampa Sputnik, il portavoce della Commissione frontiere statali di Minsk Anton Bychkovsky si è espresso così: "Gli stranieri che sono vicino al confine hanno dichiarato l'intenzione di entrare nel territorio ed esercitare il diritto a fare richiesta per lo status di rifugiati nell'Ue". 

 

La posizione di Stati Uniti e Ue

Una situazione che ha provocato la reazione di Stati Uniti e della Ue. "Faccio appello agli Stati membri ad estendere il regime di sanzioni nei confronti del regime bielorusso responsabile di questi attacchi ibridi", ha detto la presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen, mentre il dipartimento di Stato lancia un monito: la Bielorussia cessi di "orchestrare" i flussi di migranti verso l'Europa prima di dirsi preoccupato dalle immagini allarmanti e dalle notizie arrivate nel weekend dal confine tra Polonia e Bielorussia.

"Migranti spinti al confine da uomini armati"

vedi anche

Polonia, ragazzi italiani picchiati a Varsavia: due sono gravi

L'attivista bielorussa Sviatlana Tsikhanouskaya ha commentato così, su Twitter, gli avvenimenti: "Il regime bielorusso intensifica la crisi dei confini: i migranti vengono spinti al confine da uomini armati. Il traffico di migranti, la violenza e i maltrattamenti devono cessare. E' necessaria una risposta forte". 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24