Wsj, accordo con Usa: Lady Huawei potrà tornare in Cina dopo tre anni di detenzione

Mondo

La direttrice dell'Impero finanziario tecnologico cinese delle telecomunicazioni è da tre anni agli arresti domiciliari in Canada.

Il Dipartimento di Giustizia americano ha raggiunto un accordo che consentirà a "Lady Huawei" - Meng Wanzhou, la responsabile finanziaria di Huawei - di tornare in Cina dopo quasi tre anni passati agli arresti in Canada su richiesta americana. A  riportarlo è  il Wall Street Journal.

Le indiscrezioni

approfondimento

Huawei, in Canada chiedono rilascio Meng Wanzhou. Ma Trudeau rifiuta

 

Già nei giorni scorsi era trapelata questa possibilità in quanto il Dipartimento di Giustizia americano, gli avvocati di Meng Wanzhou e quelli della società di telecomunicazioni si stavano parlando con sempre più insistenza per cercare di trovare un accordo tale da permettere alla direttrice finanziaria dell’impero tecnologico cinese di fare ritorno a casa. Il rilascio potrebbe portare ad una svolta anche per i due cittadini canadesi detenuti in Cina: Michael Kovrig e Michael Spavor, quest’ultimo condannato il mese scorso a 11 anni di prigione con l’accusa di spionaggio. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24