Afghanistan, portavoce Talebani: "Donne potranno studiare e lavorare"

Mondo

Il portavoce dell'Emirato islamico: "Non possiamo ignorare che le donne sono una componente importante della nostra società. Sosteniamo che devono poter studiare e lavorare, ma nel rispetto della legge islamica"

"Non possiamo ignorare che le donne sono una componente importante della nostra società. Sosteniamo che devono poter studiare e lavorare, ma nel rispetto della legge islamica. Dobbiamo garantire la loro sicurezza morale e fisica”. Parla così, intervistato dal Corriere della Sera, Zabihullah Mujahed, portavoce del’Emirato islamico e capo della Commissione culturale del governo di Kabul. Le donne, prosegue, “negli ultimi anni erano minacciate. E dobbiamo creare i meccanismi necessari a proteggerle. Va però anche aggiunto che nei nostri ministeri dell’Educazione, Sanità e negli aeroporti le donne sono già tornate a lavorare. Dateci tempo e le cose si metteranno a posto”.

"Rispettate i nostri valori"

approfondimento

Onu, talebani chiedono di parlare. Di Maio: "Prima rispettino donne"

"Credo  – continua Zabihullah Mujahed - sia un mutuo interesse per noi e per voi europei avere le nostre rispettive ambasciate aperte. Noi abbiamo bisogno del vostro aiuto. Per voi resta necessario capire il nostro Paese. ma dovete anche comprendere che l’Afghanistan non è l’Europa. Per noi talebani le nostre tradizioni sono importantissime. Abbiamo lottato vent’anni per difenderle, compreso la nostra concezione del ruolo della donna. Capisco che per voi i vostri valori siano importanti. Ma dovere rispettare i nostri".

 

Talebani chiedono di parlare ad assemblea Onu

I Talebani hanno anche chiesto di parlare all'Assemblea generale dell'Onu in corso a New York. In una lettera al segretario generale Antonio Guterres, il ministro degli Esteri dei Talebani, Amir Khan Muttaqi, ha chiesto di prendere la parola nel consesso internazionale. "Prima dimostrino di rispettare i diritti delle donne. Servono fatti, non parole", il commento del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. 

 

Le ragazze escluse dalle scuole

Da sabato scorso, i talebani hanno riaperto gli istituti scolastici esclusivamente per studenti e docenti maschi, scatenando dure proteste interne e indignazione a livello internazionale. Ieri il portavoce dei Talebani, Zabihullah Mujahid, ha promesso che il rientro in classe delle ragazze, evitando sempre le classi miste, avverra' "il piu' presto possibile".

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24