Confine Usa-Messico, polemica per video di agenti che frustano migranti

Mondo

I media americani hanno diffuso un filmato in cui uomini della polizia di frontiera Usa a cavallo sembrano frustare i migranti, molti dei quali da Haiti, che si sono radunati vicino a Del Rio (Texas) e chiedono asilo. Immagini "orribili da vedere", ha commentato la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki

Continua l’emergenza migranti al confine tra Stati Uniti e Messico, dove è scoppiata una nuova crisi umanitaria per l'arrivo di oltre 10mila persone. E nel Paese cresce l’indignazione, dopo che i media americani hanno diffuso un filmato in cui si vedono alcuni agenti della polizia di frontiera Usa a cavallo mentre sembrano frustare i migranti, molti dei quali da Haiti, che si sono radunati vicino a Del Rio (Texas) e chiedono asilo. Immagini "orribili da vedere", ha commentato la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki a poche ore dal debutto del presidente Joe Biden all'assemblea generale dell'Onu.

Casa Bianca: immagini “orribili da vedere”

“Ho visto alcune delle immagini, non ho il contesto completo ma non riesco a immaginare quale contesto lo renderebbe appropriato", ha detto Jen Psaki. "Penso che nessuno che abbia visto quelle immagini pensi sia accettabile o appropriato", ha aggiunto. La gente, ha proseguito, è "comprensibilmente" offesa dalla possibilità che le forze dell'ordine usino le fruste o oggetti simili contro i migranti. Un caso di violazione dei diritti umani che imbarazza l'amministrazione Biden e il suo ministro Alejandro Mayorkas, primo responsabile degli Interni ispanico degli Stati Uniti, anche lui figlio di rifugiati (cubani).

Aumentati voli per rimpatriare i migranti

leggi anche

Usa, Kamala Harris ai migranti: “Non venite da noi, sarete respinti”

La Casa Bianca, intanto, ha deciso di mandare altri agenti a Del Rio, nel Texas meridionale, e di aumentare il numero dei voli per rimpatriare tutti i migranti alla frontiera (in base a una politica di salute pubblica che consente la loro rapida espulsione). Riguardo a quest’ultima decisione di Biden, Psaki ha detto che "non è questo il momento di venire". È intervenuto anche il segretario di Stato americano Antony Blinken. “La migrazione illegale pone gravi rischi ai migranti e alle loro famiglie. Ho parlato con il premier di Haiti, Ariel Henry, sul rimpatrio dei migranti haitiani al confine e sulle difficoltà della migrazione irregolare", ha twittato.

L’emergenza a Del Rio

L'amministrazione di Joe Biden è stata travolta da questa nuova emergenza dei migranti che tentano di attraversare il confine dal Messico agli Usa a metà settembre. Secondo le autorità di frontiera, oltre 10mila persone, in maggioranza originarie di Haiti, si sono ammassate sotto un ponte che collega la città di Del Rio, in Texas, a quella di Ciudad Acuna. Dopo aver attraversato il fiume Rio Grande i migranti - provenienti anche da Cuba, Venezuela e Nicaragua - si sono raccolti in un improvvisato campo di accoglienza cresciuto a una velocità enorme, in precarie condizioni igienico-sanitarie e con temperature vicine ai 40 gradi. I media Usa parlano di un'emergenza umanitaria e logistica senza precedenti. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24