Israele-Gaza, nuove tensioni. Anp: "Palestinese ucciso da militari in Cisgiordania"

Mondo
©Ansa

Secondo quanto fa sapere il ministero della Salute dell'Autorità nazionale palestinese un adolescente è rimasto vittima del fuoco dell'esercito israeliano. Ieri sera raid di risposta agli almeno 9 roghi appiccati nelle comunità israeliane, dopo la manifestazione di sabato scorso al confine con 41 feriti. Fonti della difesa israeliana hanno detto di ritenere che gli scontri indicano l'intenzione di Hamas di prepararsi ad un nuovo conflitto dopo quello di maggio scorso

Nuove tensioni in Medio Oriente. Un adolescente palestinese è rimasto ucciso dal fuoco dei militari israeliani durante scontri in Cisgiordania, secondo quanto fa sapere il ministero della Salute dell'Autorità nazionale palestinese. E ieri sera Israele ha compiuto attacchi aerei sulla Striscia di Gaza dopo che diversi palloni incendiari erano stati lanciati durante la giornata dall'enclave palestinese verso il suo territorio provocando almeno nove roghi. Nessuna vittima ma danni materiali, secondo una fonte della sicurezza palestinese. La contraerea di Hamas è entrata in azione, ha aggiunto la fonte, senza fornire ulteriori dettagli.

Gli scontri nel campo profughi di Balata

La vittima colpita durante scontri nel campo profughi di Balata, vicino a Nablus, secondo il ministero palestinese, sarebbe un quindicenne. Da parte israeliana, l'esercito descrive il contesto come quello di un vero "conflitto a fuoco" e conferma di aver sparato per contrastare una minaccia diretta, "in direzione di una persona che tentava di lanciare un grosso oggetto contro i soldati da un tetto". L'episodio, fa sapere Israele, è avvenuto durante le operazioni per l'arresto di una persona nel campo di Balata.

Le nuove tensioni dopo la manifestazione con 41 feriti

approfondimento

Dalle tensioni al conflitto: cronistoria degli scontri Israele-Hamas

Gli scontri nel campo profughi e il lancio dei palloni incendiari dalla Striscia rappresentano un'ulteriore prova dell'aumento della tensione al confine con Gaza dopo la manifestazione di sabato scorso che ha portato a violenti scontri con l'esercito. Una guardia di frontiera israeliana è in condizioni gravissime dopo essere stato raggiunto da colpi d'arma da fuoco sparati da breve distanza da uno dei palestinesi. Tra i manifestanti ci sono stati 41 feriti. Proprio ieri fonti della difesa israeliana hanno detto di ritenere che gli scontri indicano l'intenzione di Hamas di prepararsi ad un nuovo scontro con lo Stato ebraico dopo quello di maggio scorso.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24