Finali Euro 2020, l’Ue contraria a Wembley: “Preoccupazione per variante Delta"

Mondo

Lo ha ribadito il vice presidente Ue, Margaritis Schinas. "L'idea di uno stadio pieno in un momento in cui siamo così preoccupati per la variante Delta dovrebbe far riflettere l'Uefa”. Nel Regno Unito c'è un aumento esponenziale dei casi di coronavirus, ieri ne sono stati registrati più di 22 mila

Il vice presidente Ue, il greco Margaritis Schinas, è convinto che la Uefa “debba valutare con molta attenzione la situazione per le semifinali e finali a Wembley”. Secondo il commissario c'è "asimmetria" da parte del Regno Unito, "che impone restrizioni ai cittadini britannici che viaggiano in Ue ma accetta una massiccia presenza di visitatori europei" per assistere alle partite.

Preoccupazione per variante Delta

approfondimento

Covid, il virus viaggia con i tifosi di Euro 2020

“L’idea di uno stadio pieno in un momento in cui siamo così preoccupati per la variante Delta dovrebbe "far riflettere" ha sottolienato Schinas aggiungendo che "Merkel, Draghi e tanti altri eurodeputati condividono le stesse preoccupazioni".

Mondo: I più letti