Volo dirottato Bielorussia, Biden chiede indagine internazionale. Air France sospende voli

Mondo
©Ansa

Il presidente americano condanna l'azione di Minsk per arrestare il reporter Roman Protasevich, definito un "oltraggioso assalto al dissenso e alla libertà di stampa". La Casa Bianca, comunque, esclude un ruolo della Russia. Il giornalista in un video afferma di stare bene ma sembra mostrare segni di percosse. Dopo le sanzioni dell'Ue, la compagnia di bandiera francese è la prima a fermare gli aerei verso il Paese dell'est europeo. L'opposizione bielorussa chiede di essere invitata al G7

Unione Europea e Stati Uniti sono compatti nel condannare la Bielorussia per il dirottamento del volo di linea e l'arresto del reporter Roman Protasevich. L'Ue ha adottato sanzioni contro Minsk e deciso di fermare i voli con la Bielorussia: la prima a fermarli è la compagnia di bandiera francese Air France. La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha spiegato: “Tre miliardi di investimenti dell'Ue ora vengono congelati fino a quando la Bielorussia non tornerà democratica”. Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel intanto dice no alla "roulette russa con la vita dei civili". Il presidente Usa Joe Biden condanna quanto avvenuto, chiede un'indagine internazionale e valuta "opzioni adeguate per i responsabili". La Casa Bianca, comunque, fa sapere che non crede che la Russia abbia giocato un ruolo nel “dirottamento”. Intanto il giornalista è apparso in un video, dove afferma di trovarsi “nella struttura di detenzione preventiva n. 1 a Minsk” e di stare bene, ma sembra mostrare segni di percosse. Secondo Meduza, invece, la cittadina russa Sofia Sapega, compagna di Prosatevich fermata insieme a lui a Minsk, è stata arrestata per due mesi. Il suo avvocato ha riferito che "è stata accusata di un reato ed è stata disposta una misura preventiva: la detenzione per due mesi. Il luogo di detenzione è il centro di detenzione preventiva del KGB". L'opposizione della Bielorussia, nel frattempo, ha chiesto di essere invitata al vertice del G7 che si svolgerà a giugno in Gran Bretagna.

L'Onu chiede il rilascio immediato di Protasevich

Domani, poi si terrà una riunione urgente del Consiglio di Sicurezza dell'Onu. Le Nazioni Unite esigono a liberazione immediata del giornalista Protasevich, ha detto a Ginevra Rupert Colville, portavoce dell'Ufficio dell'Alto commissario Onu per i diritti umani. "Siamo scioccati dall'arresto illegale e la detentenzione arbiraria del giornalsita della Bielorussia Raman Pratasevic" e "chiediamo l'immediata liberazione sia di Roman Protasevich che di Sofia Sapega", la sua compagna, ha detto Colville. "Temiamo per la sua sicurezza, chiediamo garanzie che sia trattato umanamente e che non sia sottoposto a maltrattamenti o torture", ha aggiunto.

Biden: “Oltraggioso incidente”

leggi anche

Volo Bielorussia, video di Protasevich: “Sto bene”. Ma ha viso segnato

"Questo oltraggioso incidente e le immagini del signor Protasevich arrestato sono un vergognoso assalto sia al dissenso politico e sia alla libertà di stampa", ha dichiarato Biden, invocando "un'indagine internazionale". Il presidente americano appoggia le sanzioni approvate dall'Unione Europea e afferma di aver chiesto alla sua squadra "di elaborare opzioni appropriate per i responsabili". "Gli Stati Uniti - dice capo della Casa Bianca - si uniscono agli altri Paesi del mondo nel chiedere il suo rilascio, così come il rilascio di centinaia di prigionieri politici detenuti ingiustamente". Agli Stati Uniti è arrivato l'appello dell'opposizione bielorussa, che chiede di essere invitata al G7. In una telefonata con il Consigliere Usa per la Sicurezza nazionale Jake Sullivan, la leader dell'opposizione bielorussa in esilio Svetlana Tikhanovskaya ha chiesto agli Usa di "isolare il regime e metterlo sotto pressione con le sanzioni".

Von der Leyen: “Congelati 3 miliardi di investimenti per la Bielorussia”

"Ci sono 3 miliardi di investimenti dell'Ue che erano pronti per la Bielorussia e che ora vengono congelati fino a quando la Bielorussia non tornerà democratica", ha dichiarato von der Leyen al termine del vertice Ue. "Continuiamo a sostenere la società civile ma non sosteniamo il governo", ha spiegato. "I leader Ue hanno agito con forza in risposta alle azioni oltraggiose del regime bielorusso. Chiudiamo il nostro spazio aereo agli aerei provenienti dalla Bielorussia e chiediamo alle compagnie aeree dell'Ue di non sorvolare il Paese. Presto verranno presentate ulteriori sanzioni economiche", ha poi spiegato la presidente della Commissione europea.

Michel: “Dirottamento scioccante e scandaloso”

Il dirottamento del volo Ryanair "è un evento scioccante e scandaloso" che rappresenta una "minaccia all'aviazione civile e alla sicurezza", ha fatto eco Charles Michel, dopo la riunione tra i leader Ue. Il presidente ha poi ricordato le conclusioni dell'incontro che prevedono la possibilità di imporre nuove sanzioni alla Bielorussia e ha sottolineato l'importanza della risposta unitaria Ue.

Draghi: sanzioni "equilibrate e ben dirette"

Sulla questione è intervenuto anche il premier italiano Mario Draghi. Le sanzioni alla Bielorussia "sono equilibrate e ben dirette, tutti abbiamo sentito il dovere di prendere queste sanzioni e condannare l'atto della Bielorussia. Se ci saranno reazioni della Russia, le vedremo: siamo un continente forte. Non dobbiamo ritenerci così deboli quando prendiamo decisioni forti dal punto di vista umanitario", ha detto in conferenza stampa al termine del Consiglio europeo a Bruxelles. La cancelliera Angela Merkel, invece, ha sottolineato: "Dovremmo usare tutti i canali a nostra disposizione per ottenere" la liberazione di Roman Protasevich, detenuto dalle autorità bielorusse.

Mondo: I più letti