Gran Bretagna, rubato rosario che Maria Stuarda portò in giorno esecuzione

Mondo

"L'oro delle perline del rosario - ha spiegato la polizia del Sussex in un comunicato - di per sé non ha molto valore ma è insostituibile come patrimonio storico". Il furto è avvenuto venerdì notte

Il rosario d'oro che Maria Stuarda, regina degli scozzesi, portò con sé il giorno della sua esecuzione, l'8 febbraio 1587, è stato rubato insieme ad altri oggetti d'oro e argento facenti parte del suo corredo che erano conservati in una teca nel Castello di Arundel, nel West Sussex.

Il furto

Il furto è avvenuto venerdì notte. La polizia è giunta sul posto poco dopo l'allarme e ha trovato nei pressi del castello un'automobile abbandonata in fiamme sulla quale si stanno concentrando le indagini. Il valore dei beni trafugati è pari a un milione di sterline. “L'oro delle perline del rosario, ha spiegato la polizia del Sussex in un comunicato, di per sé non ha molto valore ma è "insostituibile" come patrimonio storico. "Sono stati rubati molti oggetti di grande valore storico", aggiunge la nota.

La prigionia e la condanna a morte

Maria Stuarda, di fede cattolica, per un breve periodo regina di Francia, fu costretta a scappare in Inghilterra nel 1568 a causa di una ribellione dell'aristocrazia scozzese. La cugina Elisabetta I, regina d'Inghilterra, protestante, le offrì però asilo con riluttanza, dal momento che l'Europa cattolica considerava Maria una candidata migliore al trono d'Albione. Per liberarsi di una pericolosa concorrente, Elisabetta fece imprigionare la cugina, la accusò di complottare contro la corona inglese, la condannò a morte per tradimento e la fece decapitare.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24