Funerali Filippo, Harry è tornato nel Regno Unito

Mondo

Tiziana Prezzo

Il duca di Sussex è atterrato a Londra nel cuore della notte e farà una breve quarantena a causa del Covid. La moglie, Meghan Markle, è rimasta in California perché incinta.  Il lutto per la morte del nonno potrebbe rappresentare un’occasione per riavvicinarsi al padre Carlo e al fratello William. (La corrispondente da Londra)

LONDRA - E’ tornato in patria in circostanze sicuramente non facili da gestire, da un punto di vista emotivo e psicologico: Harry è di nuovo nel Regno Unito per partecipare al funerale del nonno, il principe Filippo. La moglie, Meghan Markle, è rimasta in California, ufficialmente perché la gravidanza avanzata non le permette di viaggiare. Ad ogni modo, la sua assenza, inutile negarlo, non verrà rimpianta dalla famiglia reale, specie dopo l’intervista rilasciata a Oprah Winfrey che ha fatto il giro del mondo.

 

L'intervista che ha diviso

 

I maligni non hanno perso tempo a commentare che quel faccia a faccia di due ore, in cui sono volati gli stracci e accuse pesanti come quelle di razzismo, sia stata il colpo di grazia per il duca di Edimburgo. E poco conta che sia andato in onda quando Filippo, 99 anni di età, si trovava già ricoverato da giorni.  Prima delle precisazioni di Harry, sicuramente in molti avranno poi pensato che a manifestare “preoccupazione per il colore della pelle di Archie”,  fosse stato proprio Filippo, non nuovo a gaffe clamorose.

 

Sicuramente, sostengono gli esperti della Casa Reale,  la fuga del nipote col quale aveva molto in comune - soprattutto la carriera militare: Filippo aveva servito durante la Seconda Guerra Mondiale, Harry in Afghanistan - ha fatto arrabbiare e addolorare il principe che aveva fatto del “sense of duty”, del senso di dovere, del servizio alla Corona, il pilastro della sua vita.  Era stato proprio l’anziano nonno a passare al nipote il comando onorario dei Royal Marines. Con una raccomandazione: “Don’t cock it up”, non mandare tutto alla malora, per usare un eufemismo.

 

Un test per la famiglia reale

Il funerale, in forma privata per volere dello stesso Filippo, sarà comunque trasmesso in diretta tv e diventerà inevitabilmente oggetto di scrutinio tra chi sarà interessato a individuare  i segni  delle dinamiche in corso all’interno della famiglia.  E’ stato un anno (anzi, più di un anno) molto difficile per i Windsor: non solo a causa della cosiddetta Megxit, ma anche per la clamorosa caduta del figlio di Elisabetta, Andrea, obbligato a fare un passo indietro a causa della sua forte vicinanza a Jeffrey Epstein, l’imprenditore americano arrestato per abusi sessuali e traffico internazionale di minorenni e morto suicida in carcere. A seguito della sua visita alla madre a Windsor, Andrea ha rilasciato una breve dichiarazione per dire che il padre era stato una sorta di “nonno” per tutto il Paese.

Una possibilità di riconciliazione

Ciò che in molti si chiedono ora è se la morte del principe, considerato un punto di riferimento all’interno della famiglia, si possa trasformare in un’occasione di riconciliazione per Harry con il padre Carlo e con il fratello William. Nella intervista alla Winfrey, Harry aveva raccontato che il padre non rispondeva più alle sue chiamate e che gli aveva tagliato i fondi. Il duca di Sussex aveva anche parlato di uno “spazio”,  di una lontananza che si era creata  col fratello, al quale, fino a un tempo non molto lontano, è sempre stato molto vicino. Sul tema si è espresso anche l’ex premier John Major. Durante un’intervista televisiva ha auspicato che il funerale possa rappresentare un momento "ideale per sanare ogni possibile frizione", in nome di quell'unità che per il duca di Edimburgo ha sempre rappresentato un cardine di condotta  imprescindibile.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.