Elezioni in Olanda, premier uscente Mark Rutte verso la vittoria

Mondo

Se i dati degli exit poll saranno confermati, i Paesi Bassi scelgono la continuità e si affidano ancora una volta al premier uscente Rutte, con il suo Partito popolare per la libertà e la democrazia che ottiene due seggi in più delle precedenti elezioni. A sorpresa salgono i liberali di sinistra, che sorpassano il Pvv del populista di destra Wilders. In calo anche democristiani e verdi

Se i dati degli exit poll saranno confermati, i Paesi Bassi scelgono la stabilità e la continuità e si affidano ancora una volta al premier uscente Rutte, premiando il suo Partito popolare per la libertà e la democrazia che ottiene due seggi in più delle precedenti elezioni. A sorpresa salgono i liberali di sinistra, che sorpassano il Pvv del populista di destra Wilders. In calo anche democristiani e verdi. 

Rutte: "Massiccio voto di fiducia"

approfondimento

Covid, in Olanda cortei anti-restrizioni: scontri, polizia usa idranti

"Noto che il risultato di queste elezioni è che gli elettori hanno dato al mio partito un massiccio voto di fiducia", ha detto Rutte ai giornalisti nella sede del parlamento all'Aia. Se i risultati definitivi confermeranno le prime proiezioni, Rutte guiderà il suo quarto governo di coalizione in 10 anni. Le ultime rilevazioni danno ai liberali 35 dei 150 seggi in Parlamento, contro i 33 della scorsa legislatura, seguiti dal D66 (centro-sinistra) con 26, e 18 per il Partito della Libertà (PVV) del deputato di estrema destra Geert Wilders, escluso dai principali partiti per formare una coalizione. Secondo partito del Paese prima di queste elezioni, il PVV ha perso tre seggi, un risultato deludente per il suo leader che ha detto ai giornalisti che "si aspettava di più”.

Verso governo di coalizione con con il D66 e il CDA

Con 26 seggi, sette in più rispetto alla precedente legislatura, il progressista filoeuropeo D66 ha ottenuto la più grande vittoria nella storia del partito, guidato dal ministro del commercio estero e della cooperazione allo sviluppo Sigrid Kaag. "Vedo la fiducia che abbiamo ricevuto come una conferma che siamo l'unico partito progressista ad aver esercitato un'influenza in questi ultimi anni", ha detto Kaag, che è apparso ballando su un tavolo in una foto su Twitter. Rutte ha detto che è probabile che i negoziati per formare un governo di coalizione saranno fatti con il D66 e il CDA (democristiani) del ministro delle finanze Wopke Hoekstra, che ha vinto 14 seggi. Il PvdA (socialdemocratici) ha ottenuto 9 seggi, e gli ambientalisti di Groenlinks e la sinistra radicale SP hanno ottenuto 8 seggi ciascuno. Il partito del populista Thierry Baudet, il Forum per la democrazia, ha anche ottenuto 8 seggi, rispetto ai 2 della scorsa legislatura. 

Mondo: I più letti