Trump torna presidente, l'ultima follia di QAnon

Mondo

Federico Leoni

©Ansa

Dopo l’insediamento di  Joe Biden, il movimento cospirazionista ha sbandato notevolmente, e molti seguaci hanno iniziato ad avanzare dubbi sulla fondatezza delle teorie del gruppo. I fedeli più ortodossi, però, non vacillano, e chiedono di aspettare. Ma aspettare cosa? E perché?  

Donald Trump giurerà come presidente degli Stati Uniti il 4 marzo prossimo. Non è vero ma ci credono i non pochi fedelissimi delle teorie di QAnon. Dopo l’insediamento di Biden il movimento cospirazionista ha sbandato notevolmente, e molti seguaci hanno iniziato ad avanzare dubbi sulla fondatezza delle teorie del gruppo. I fedeli più ortodossi, però, non vacillano, e chiedono di aspettare. Ma aspettare cosa? E perché?  

Il District of Columbia Act

approfondimento

Stati Uniti, allerta terrorismo per estremisti antigovernativi

Al centro delle nuove speculazioni c’è il District of Columbia Organic Act del 1871, provvedimento in cui si utilizza il termine corporation. Fu quella legge, dicono gli anons, a trasformare gli Stati Uniti in una corporation. La teoria si basa su un equivoco: nella legge, che rese coincidenti la Città di Washington e il Distretto di Columbia, il termine corporation è inteso in senso lato, come sinonimo di comunità organizzata in grado di agire come un tutto unico (il District of Columbia, appunto), e non nel senso stretto di società economica.

Trump 19esimo presidente

Gli equivoci, però, sono il principale nutrimento dei cospirazionisti. Al nostro governo-corporation non siamo tenuti a obbedire, dicono, ecco perché Trump giurerà come 19esimo presidente: il 18esimo, infatti, fu proprio quell’Ulysses Grant sotto il cui mandato fu varato il District of Columbia Organic Act. Secondo gli anons Trump giurerà il 4 marzo, come facevano i presidenti prima del 1933, anno in cui il ventesimo emendamento anticipò la data dell’insediamento al 20 gennaio.

E il 5 marzo?

approfondimento

QAnon, cos'è la teoria del complotto dell'estrema destra americana

Difficile dire come reagiranno gli adepti il 5 marzo, quando si ritroveranno ancora con Biden alla Casa Bianca. Tra le caratteristiche tipiche delle teorie cospirazioniste c’è la tendenza ad affrontare smentite e contraccolpi inglobandoli nella propria ingarbugliata rappresentazione della realtà. E’ successo anche dopo il giuramento di Biden e probabilmente succederà ancora. L’unica certezza, al momento, è che il Trump International Hotel di Washington ha più che raddoppiato le tariffe per il 4 marzo.

Cos'è QAnon

QAnon è un’elaborata e delirante teoria cospirazionista secondo la quale Donald Trump è in realtà un agente segreto sotto copertura in lotta contro una setta internazionale di satanisti e pedofili, la Cabal. Della setta farebbero parte esponenti politici come Hillary Clinton, volti noti dello showbiz come Tom Hanks, imprenditori come George Soros. Gli anons, come si fanno chiamare i seguaci del movimento, ottengono le loro informazioni grazie alle Q drops, criptici messaggi postati su internet da un misterioso individuo: Q. The Storm, la Tempesta, è il momento tanto atteso in cui i membri della Cabal saranno arrestati e giustiziati.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.