Giorno della marmotta, il verdetto di Phil: sei settimane di freddo, poi la primavera

Mondo
©Getty

Altre sei settimane di freddo inverno, poi una bellissima primavera. Parola di Phil, la marmotta più famosa d'America che, rispettando una tradizione centenaria, emette nel "Groundhog Day" il suo verdetto climatico

Una cerimonia un po' insolita a causa delle restrizioni imposte dall'emergenza Covid-19, ma che si è svolta, come di consueto, a Punxsutawney, in Pennsylvania.

E che, alla fine, ha dato il tanto atteso verdetto di Phil, la marmotta più famosa al mondo: ci saranno altre sei settimane di forte freddo, poi arriverà una bellissima primavera

 

La tradizione non sbaglia mai: se l'animaletto esce dalla tana e vede la sua ombra l'inverno sarà lungo, e ci saranno almeno altre sei settimane di freddo: ed è proprio questa la versione finale di Phil, uscito dal suo piccolo rifugio, in una mattinata fredda e nevosa.

 

“Oggi è il giorno della marmotta, ne esiste soltanto uno” ha detto, al termine della cerimonia uno dei partecipanti. "E questo significa che c'è un nuovo giorno all'orizzonte" ha aggiunto l'uomo.

 

Una nuova alba, certo, ma pur sempre fredda. Come quelle che ci attendono nelle prossime sei settimane. Parola di Phil, la marmotta.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24