Usa, Biden: “Irruzione al Campidoglio è un’insurrezione, una minaccia senza precedenti”

Mondo
©Ansa

Il presidente eletto ha parlato al Paese in tv, invitando i manifestanti a lasciare Capitol Hill: “Chiedo a questa folla di tornare indietro e lasciare che la democrazia faccia il suo corso. È un assalto all’applicazione della legge come poche ne abbiamo viste prima d’ora”. Trump ai suoi sostenitori: "L'elezione ci è stata rubata, ma dovete andare a casa. Non vogliamo che nessuno resti ferito"

"La nostra democrazia è sotto attacco”. Così il presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden, parlando in tv al Paese, ha commentato l’irruzione in Campidoglio di alcuni manifestanti pro-Trump, nel giorno in cui il Congresso stava procedendo con la ratifica - poi interrotta - della vittoria del democratico alle elezioni del 3 novembre (AGGIORNAMENTI - FOTO). E anche il tycoon è intervenuto, su Twitter, con un messaggio registrato per i suoi sostenitori: "L'elezione ci è stata rubata, ma dovete andare a casa. Non vogliamo che nessuno resti ferito" (L'EDITORIALE DEL DIRETTORE DI SKY TG24 GIUSEPPE DE BELLIS).

“Questa è un’insurrezione, una minaccia senza precedenti”

vedi anche

Usa, irruzione di manifestanti pro-Trump in Campidoglio. FOTO

Biden ha parlato di “una minaccia senza precedenti", e ha aggiunto: "Questa non è una protesta, è un'insurrezione. Le scene di caos non riflettono l'America vera, non rappresentano chi siamo. È un assalto all’applicazione della legge come poche ne abbiamo viste prima d’ora”. “Sono scioccato e rattristato - ha detto il democratico - l’America è basata sull’onore, sulla dignità, sul rispetto, sulla tolleranza, questo è quello che siamo. La democrazia è fragile e va preservata”.

“È quasi sedizione e deve finire adesso”

leggi anche

Trump ai supporter dopo gli scontri: Elezioni rubate, ma andate a casa

Biden ha poi parlato dei manifestanti come di “un piccolo numero di estremisti che non vogliono rispettare la legge, è soltanto disordine, è caos, è quasi sedizione e deve finire adesso”. “Chiedo a questa folla di tornare indietro e lasciare che la democrazia faccia il suo corso”, ha aggiunto il presidente eletto, invitando Donald Trump ad andare in tv e fare lo stesso: "Le parole di un presidente hanno il loro peso. Non importa quanto bravo o cattivo quel presidente sia, nel migliore dei casi le parole di un presidente possono essere d’ispirazione, nel peggiore possono incitare".

Trump: “Andate a casa, siete speciali, vedremo cosa accade”

leggi anche

Caos al Congresso Usa, Trump rischia: ipotesi rimozione o impeachment

"Lo so che siete feriti, ci hanno rubato le lezioni - ha detto Trump nel videomessaggio su Twitter - Un'elezione che abbiamo vinto a valanga e lo sanno tutti. Ma dovete andare a casa ora. Dobbiamo avere pace, ordine, legalità e rispettare" gli agenti. "Non vogliamo che nessuno venga ferito - ha aggiunto - È un periodo difficile: questa è stata un'elezione fraudolenta ma c'è bisogno di pace. Andate a casa, siete speciali, vedremo cosa accade". Ma il messaggio non è piaciuto a Twitter, che ha apposto una nota in cui il social avvisa che "l'affermazione che le elezioni sono state truccate viene contestata e pertanto questo tweet non può ricevere commenti o like e non può essere ritwittato a causa di un rischio di violenze".

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24