Elezioni Usa 2020, Trump pronto alla battaglia legale sul voto

Mondo
©Ansa

Il presidente uscente alla volata finale: chiede di impedire che i voti vengano contati dopo l'Election Day e prepara dieci comizi nelle ultime 48 ore di campagna elettorale. Il tycoon smentisce di voler dichiarare vittoria durante la notte elettorale. E intanto minaccia di licenziare Fauci

Donald Trump non molla. A poche ore dal voto decisivo per gli Stati Uniti, smentisce che dichiarerà vittoria prima dei risultati ufficiali ma dice chiaramente di essere pronto a una battaglia legale per prevenire che i voti siano contati dopo l'Election Day. Nel frattempo Biden è ancora avanti nei sondaggi ma il presidente uscente è fiducioso perché accorcia le distanze in alcuni Stati chiave. E nelle ultime 48 ore di campagna elettorale farà addirittura dieci comizi per l’ultima battaglia sul voto Intanto sembra vicina la resa dei conti tra Trump e Anthony Fauci, il super esperto di malattie infettive, molto critico verso la Casa Bianca per la gestione della pandemia. Durante un comizio in Florida, ai supporter che cantavano "Licenzia Fauci", Trump ha risposto: "Non ditelo a nessuno, ma lasciatemi aspettare un po' dopo le elezioni". E ha aggiunto: "Apprezzo il suggerimento" (LO SPECIALE USA 2020).

Trump: "Pericoloso non conoscere il risultato nella notte elettorale"

approfondimento

Elezioni Usa 2020, i programmi di Donald Trump e Joe Biden a confronto

“Andremo con gli avvocati", ha detto Trump riferendosi in particolare alla Pennsylvania, stato al quale la Corte Suprema ha concesso di conteggiare i voti per posta fino a tre giorni dopo l'Election Day. Per i giudici l'importante è che le schede siano state spedite entro il 3 novembre. "È pericoloso e terribile non conoscere il risultato delle elezioni nella notte elettorale”, ha aggiunto il presidente uscente facendo invece riferimento alla decisione della Corte Suprema di consentire al North Carolina di poter conteggiare i voti per corrispondenza ricevuti entro nove giorni dall'Election Day purché abbiano il timbro postale. “Non penso sia giusto dover attendere un periodo lungo per conoscere il risultato", ha insistito Trump.

 

Trump smentisce di voler dichiarare vittoria durante la notte elettorale

Trump ha smentito quanto riportato dal sito Axios di voler dichiarare prematuramente vittoria durante la notte elettorale se dovesse risultare in testa in alcuni stati chiave come Ohio, Florida, North Carolina, Texas, Iowa, Arizona e Georgia, anche in assenza di dati definitivi. Secondo Axios Trump lo avrebbe confidato lo stesso presidente americano parlando con in suoi più stretti collaboratori.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.