Coronavirus, nel mondo superati i 935mila morti. Trump: vaccino entro 3 o 4 settimane

Mondo
©Ansa

I contagi totali, secondo i dati dell'università americana Johns Hopkins, sono oltre 29,5 milioni. Il Paese più colpito in termini assoluti rimangono gli Stati Uniti. Segue l’India, che ha superato la soglia dei 5 milioni di contagiati, e poi il Brasile. Record di contagi in Israele: oltre 5mila nelle ultime 24 ore. Il presidente Usa mette di nuovo in dubbio l'uso della mascherina, raccomandata dalla sua stessa task force: "Alcune persone pensano che non sia utile”

Sono oltre 935mila i decessi ufficiali legati al coronavirus nel mondo. A dirlo è l’università americana Johns Hopkins. Secondo i dati elaborati al 16 settembre, i contagi totali sono più di 29,5 milioni. Il Paese più colpito in termini assoluti rimangono gli Stati Uniti. Segue l’India, che ha superato la soglia dei 5 milioni di contagiati. Poi il Brasile. Record di contagi in Israele: oltre 5mila in 24 ore. Il presidente Usa Donald Trump ha assicurato che il vaccino potrebbe essere pronto entro tre o quattro settimane (CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI LIVE - LO SPECIALE).

Trump: vaccino pronto entro tre o quattro settimane

approfondimento

Covid, da "sparirà in aprile" a "vaccino vicino": le frasi di Trump

Negli Stati Uniti i casi di Covid-19 sono oltre 6,6 milioni, con più di 195mila morti. Il presidente Trump ha parlato in un town hall a Philadelphia. Secondo le sue previsioni, il vaccino arriverebbe prima delle elezioni Usa del 3 novembre. Il presidente è tornato a mettere in dubbio l'uso della mascherina, raccomandata dalla sua stessa task force. “Alcune persone pensano che non sia utile”, ha detto. Poi ha negato di aver minimizzato la minaccia del coronavirus, nonostante ci sia l'audio dell'intervista al reporter Bob Woodward in cui ammette il contrario. “La mia azione è stata forte ma non volevo creare panico tra la gente", ha detto. Ha scomodato anche Winston Churchill. “Non penso che sia stato necessariamente onesto, ma penso che sia stato un grande leader”, ha dichiarato riferendosi agli inviti alla calma dell'allora premier britannico durante i bombardamenti tedeschi. Trump ha aggiunto di aver avuto alcune buone discussioni con i democratici su un nuovo pacchetto di aiuti contro la pandemia (finora dem e repubblicani non sono riusciti a trovare un compromesso). È la prima volta che il tycoon risponde alle domande degli elettori: solo 21 per rispettare le restrizioni anti-Covid.

Coronavirus mondo
©Ansa

Maine, sette morti dopo ricevimento di nozze

approfondimento

Coronavirus, la diffusione globale in una mappa animata

Restando negli Usa, dal Maine arriva la notizia che almeno sette persone sono morte in relazione a un'epidemia di coronavirus scoppiata dopo un ricevimento di nozze. Lo riferisce l'agenzia Associated Press. Il Maine Center for Disease Control and Prevention ha riferito che alla festa, che si è svolta in agosto, sono collegati oltre 175 contagi e sei delle persone decedute non hanno nemmeno partecipato al matrimonio. Le autorità dello Stato, che da marzo ha registrato meno di 5.000 casi di coronavirus, hanno tracciato la linea dei contagi e concluso che dal ricevimento al Big Moose Inn di Millinocke il virus ha viaggiato per centinaia di chilometri.

In India superati i 5 milioni di casi

approfondimento

Coronavirus, dal primo caso ai contagi: le tappe. FOTO

Dopo gli Usa, la nazione più colpita è l’India. Nel Paese, secondo i dati del ministero della Salute, è stata superata la soglia dei 5 milioni di contagiati (i morti sono oltre 82mila). La pandemia, nella seconda nazione più popolosa del pianeta, si diffonde a un ritmo sempre più rapido: sono stati registrati un milione di nuovi contagi in soli undici giorni.

Oltre 5mila casi in 24 ore in Israele

approfondimento

Coronavirus, da Israele all'Indonesia: nuovi lockdown e restrizioni

Nuovo record di contagi in Israele: nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Sanità, sono stati 5.523 a fronte di un aumento dei tamponi arrivati a 55.734 test. Il tasso di infezione si attesta al 9.9%. I casi attivi sono ad ora 42.862 con 535 pazienti gravi e, di questi, 138 in ventilazione. Le vittime restano a 1.147. Oggi ultimo giorno di scuola, come ha stabilito il governo mentre dalle 14 di venerdì scatterà il lockdown nazionale di 3 settimane.

Mondo: I più letti