Barbados vuole rimuovere la Regina Elisabetta da Capo di Stato e diventare una Repubblica

Mondo

Il primo ministro del Paese caraibico in un discorso: “Barbados vuole un Capo di Stato di Barbados”. Si punta al passaggio istituzionale già nel 2021

Lo Stato caraibico di Barbados sarebbe pronto a rompere il vincolo formale che lo tiene ancora costituzionalmente legato alla monarchia inglese, rimuovendo la Regina Elisabetta II dal ruolo di Capo di Stato e diventando una Repubblica nel 2021. È quanto emerge dalle parole di un discorso scritto dal primo ministro Mia Mottley.

Passato coloniale alle spalle

approfondimento

Regina Elisabetta II: tutti i suoi ritratti

In tale discorso, letto dal Governatore Generale Sandra Mason, il primo ministro ha sottolineato come sia arrivato il momento per “lasciarsi completamente alle spalle il passato coloniale”. Ed ha aggiunto anche che “Barbados vuole un Capo di Stato di Barbados” e che quindi il Paese “farà il prossimo passo logico verso la piena sovranità e diventerà una repubblica entro il proprio 55esimo anniversario d'indipendenza”, che cade nel novembre 2021.

 

Indipendente dal 1966

Lo Stato insulare di Barbados ha conquistato la sua indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1966, ma la Regina Elisabetta è rimasta il suo monarca dal punto di vista costituzionale. Già alla fine degli anni Novanta del secolo scorso una commissione di revisione costituzionale aveva raccomandato la possibilità di un passaggio del Paese a una forma di governo repubblicana, che più recentemente era stata evocata anche dall'allora primo ministro Freundel Stuart.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.