Coronavirus Spagna, divieto di fumare in strada senza distanze. Altri 3mila casi in 24 ore

Mondo
©Getty

Il governo ha disposto l'obbligo di non accendere sigarette anche all'esterno se non può essere rispettata la distanza di 2 metri. La misura era stata già introdotta in Galizia e nelle Baleari ed è stata estesa a tutto il Paese, dove nell'ultimo giorno si sono registrati 62 morti e altri 2.987 contagi

Divieto di fumare in strada in tutta la Spagna. Il governo di Madrid ha disposto l'obbligo se non può essere rispettata la distanza di 2 metri dalle altre persone. La misura era già stata introdotta in Galizia e nelle Baleari e ora è stata estesa a tutto il Paese. Una restrizione che fa parte del nuovo pacchetto di norme per far fronte alla nuova ondata di contagi da Coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI LIVE - LO SPECIALE): nelle ultime 24 ore si sono registrati 62 morti e altri 2.987 casi, un dato molto vicino a quello del giorno precedente, ai massimi da fine maggio. Il totale dei casi accertati sale a 342.813.

Le altre misure restrittive

leggi anche

Coronavirus: quasi 3mila casi in un giorno in Spagna, 2.669 in Francia

Il ministro della salute Salvador Illa ha annunciato in tutto 11 misure tra cui la chiusura dei locali notturni e un maggiore controllo sull'utilizzo delle bottiglie nei locali. Illa ha poi raccomandato: limitare gli incontri ai gruppi più vicini, non superare un massimo di 10 persone e fare test frequenti in centri sociali e sanitari. Il governo ha infatti deciso la chiusura delle discoteche e limitazioni anche per gli orari dei bar. Nel Paese, il 13 agosto erano stati registrati quasi 3.000 nuovi casi in 24 ore, tanto che il ministro aveva convocato una riunione d'urgenza con le autonomie.

Mondo: I più letti