Coronavirus Spagna, Catalogna ordina lockdown 8 comuni: tribunale dice no al provvedimento

Mondo

La decisione del governo dopo l’aumento dei contagi: +816 casi rispetto al giorno prima. Ma il giudice di Leida ha fermato la misura ritenendola sproporzionata. Il totale dei contagi in Catalogna dall'inizio della pandemia è giunto a 76.318, mentre il numero dei decessi nella regione ammonta a 12.617 dall'inizio della pandemia

Il governo della Catalogna ha ordinato il confinamento totale nella città di Lleida, che conta quasi mezzo milione di abitanti, e in altri sette comuni della zona di Segrià, a causa di un focolaio incontrollato di coronavirus. Un tribunale ha deciso però di non ratificare la decisione.  Lo riferisce il quotidiano La Vanguardia.  Per il giudice del Tribunale di Lleida, la decisione della Generalitat è "sproporzionata". La popolazione per il governo della regione sarebbe dovuta restare a casa tranne che per andare al lavoro o altri spostamenti necessari. La Catalogna ha registrato domenica 816 contagi in più rispetto al giorno precedente (IL LIVEBLOG - I CONTAGI NEL MONDO). 

Boom dei contagi

approfondimento

Coronavirus in Italia e nel mondo, le ultime notizie in diretta

L’evoluzione più preoccupante a Lleida, città a metà strada fra Barcellona e Saragozza, e nei quartieri a nord della capitale della regione. Il totale dei contagi in Catalogna dall'inizio della pandemia è giunto a 76.318, mentre il numero dei decessi nella regione ammonta a 12.617 dall'inizio della pandemia (in tutta la Spagna, i numeri sono, rispettivamente, 253.908 e 28.403). 

Mondo: I più letti