Coronavirus, negli Usa 1.224 morti in un giorno. Obama attacca Trump

Mondo
©Getty

"Non fanno neanche finta di sapere quello che fanno", ha dichiarato l’ex presidente riguardo alla gestione della pandemia da parte dell’amministrazione Trump. Negli Stati Uniti i casi ufficiali sono almeno 1.467.884 e le vittime 88.754

Negli Stati Uniti non si fermano i nuovi casi di coronavirus e i decessi legati alla pandemia. Nelle ultime 24 ore, secondo i dati elaborati dalla Johns Hopkins University, sono stati registrati 25.060 nuovi contagiati e altri 1.224 morti. In totale, al 17 maggio, nel Paese i casi sono almeno 1.467.884 e le vittime ufficiali 88.754. L’epicentro della pandemia negli Usa rimane la città di New York: nello Stato, il governatore Andrew Cuomo ha prolungato il lockdown fino al 13 giugno (GLI AGGIORNAMENTI LIVE - LO SPECIALE).

Obama attacca Trump

approfondimento

Coronavirus, la diffusione globale in una mappa animata

Intanto, un attacco sulla gestione dell’emergenza da parte del presidente Donald Trump e della sua amministrazione è arrivato dal suo predecessore alla Casa Bianca. "Non fanno neanche finta di sapere quello che fanno", ha scritto Barack Obama nel suo intervento a una cerimonia di laurea di studenti afroamericani. "Questa pandemia alla fine ha completamente alzato il sipario sul fatto che tantissimi uomini al comando non sanno cosa fare. E molti di loro non fingono nemmeno", ha detto senza nominare direttamente il presidente Trump (LE INFORMAZIONI DELLA FARNESINA SUGLI USA).

Mondo: I più letti