Coronavirus Usa, Obama: “Risposta di Trump un disastro totale”

Mondo

L’ex presidente critica le scelte dell'amministrazione Trump durante una telefonata privata, il cui audio è stato diffuso da Yahoo News. Intanto nel Paese, nelle ultime 24 ore, si sono registrate oltre 1.600 vittime da Covid-19

"Un caotico disastro assoluto". È questa la definizione scelta dall’ex presidente degli Usa, Barack Obama, per descrivere la risposta dell'amministrazione Trump alla crisi del coronavirus. La frase è stata detta in una telefonata privata, il cui audio è stato diffuso da Yahoo News e confermato da fonti vicine all'ex inquilino della Casa Bianca (GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE). 

L'audio della telefonata

approfondimento

Coronavirus Usa, a Times Square l'orologio che conta i morti. FOTO

Secondo quanto emerso fino ad ora, la telefonata è avvenuta nell’ambito di un colloquio con ex membri dello staff di Obama, per incoraggiarli a sostenere maggiormente la campagna di Joe Biden, candidato democratico alla presidenza 2020. Nella telefonata, viene anche sottolineato come la risposta Usa alla pandemia dimostri la necessità di una leadership forte in tempi di crisi globale.

Negli Usa oltre 1.600 morti per Covid-19 in 24 ore

Nel Paese, nell’ultimo giorno si contano 1.635 vittime da Covid-19. Il bilancio totale della pandemia supera così i 77mila morti, secondo i dati forniti dalla Johns Hopkins University. Si registrano inoltre più di 1 milione e 286 mila casi ufficialmente diagnosticati. Trump, nel mentre, si è detto convinto che il virus "se ne andrà via senza un vaccino”. E, durante un evento con i parlamentati repubblicani, ha rivisto al rialzo le previsioni sui decessi negli Usa, aumentando ad almeno 95 mila la stima sul numero dei morti.

La California decreta il voto per novembre per posta

approfondimento

Coronavirus, la diffusione globale in una mappa animata

Intanto, secondo la Cnn, entro domani, 10 maggio, almeno 47 dei 50 Stati Usa saranno parzialmente riaperti. E la California diventa il primo Stato americano a passare al voto per posta nelle elezioni presidenziali di novembre, proprio a causa della pandemia di coronavirus. Citando le "preoccupazioni e l'ansia intorno alle elezioni di novembre", il governatore dem Gavain Newson ha firmato un ordine esecutivo che richiede alle contee di spedire agli elettori la scheda elettorale. Finora Trump si era detto contrario all'idea, temendo che il voto per posta possa danneggiare la sua rielezione e le prospettive dei repubblicani.

Mondo: I più letti