India, fuga di gas in impianto chimico: mille ricoverati in ospedale e 10 morti

Mondo
©Getty

Le vittime accertate dell’incidente, avvenuto nello stabilimento della LG Polymers di Visakhapatnam, nello Stato dell’Andhra Pradesh, sono almeno 10. Tra queste anche una bambina di 8 anni. Attualmente la situazione è tornata “sotto controllo”, secondo l'azienda

Almeno 10 persone sono morte, altre mille sono state ricoverate in ospedale e 5mila hanno accusato malori in India, in seguito a una fuga di gas in un impianto chimico. L’incidente è avvenuto nello stabilimento della LG Polymers di Visakhapatnam, nello Stato dell’Andhra Pradesh, nel Sudest del Paese. Attualmente la casa madre sudcoreana, la LG Chem, ha detto che la situazione è “sotto controllo”, ma le autorità temono che il numero delle vittime possa aumentare. Tra le vittime, come riporta il sito locale Times of India, ci sono anche una bambina di 8 anni e due anziani.

Le taniche incustodite a causa del lockdown

Secondo le prime ricostruzioni delle forze dell’ordine, il gas sarebbe fuoriuscito da due serbatoi da 5mila tonnellate di capienza ciascuno. I serbatoi, secondo quanto riferito dalla polizia, sarebbero rimasti incustoditi a causa del lockdown in corso in India dalla fine di marzo per contrastare l'epidemia di coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI LIVE - LO SPECIALE - GRAFICHE).

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.