Tir dell'orrore in Gran Bretagna, arrestate otto persone in Vietnam

Mondo

Le persone fermate sono accusate di aver organizzato il viaggio dei 39 migranti asiatici trovati senza vita su un camion vicino a Londra. "Fermeremo queste organizzazioni che portano illegalmente persone in Gran Bretagna", afferma la polizia vietnamita

La polizia vietnamita ha arrestato otto persone sospettate di essere coinvolte nella morte dei 39 migranti i cui corpi sono stati trovati in un camion vicino a Londra, tra il 22 e il 23 ottobre. Gli arrestati sono sospettati di aver organizzato il viaggio dei 39 migranti: "Sulla base di ciò che apprenderemo dai sospettati, avvieremo indagini per combattere e sradicare queste organizzazioni che portano illegalmente persone in Gran Bretagna", ha detto il capo della polizia della provincia di Nghe An, riporta l’agenzia di stato Vna. Venerdì, 1 novembre, la polizia vietnamita aveva arrestato altre due persone e interrogato altre per il sospetto coinvolgimento nel traffico di esseri umani che ha portato alla tragedia in Gran Bretagna. La polizia britannica crede che le 39 vittime del camion siano tutte di nazionalità vietnamita

L'autista incriminato per omicidio

Nei giorni scorsi, la polizia inglese ha incriminato Maurice Robinson, il 25enne autista del camion, per l'omicidio colposo di 39 persone, 31 uomini e 8 donne, e per complicità nei reati di traffico di esseri umani, immigrazione illegale e riciclaggio di denaro. L'arresto è stato convalidato e l'uomo si trova ora in custodia cautelare. Oltre a lui sono stati arrestati 4 presunti basisti britannici (due in Irlanda, due in Inghilterra), tre dei quali però sono stati rilasciati.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24