Austria, vicecancelliere Strache si dimette. Il presidente convoca elezioni anticipate

Mondo

Non c'è ancora una data. La decisione arriva il giorno dopo la pubblicazione di un filmato in cui il leader della FPÖ incontra una sedicente nipote di un oligarca russo per acquisire controllo della stampa austriaca. Kurz: "Quando è troppo è troppo"

Il presidente austriaco Alexander Van der Bellen ha annunciato elezioni anticipate, dopo le dimissioni da vice-cancelliere di Hans Christian Strache a seguito della pubblicazione di un video in cui il leader della FPÖ incontra una sedicente nipote di un oligarca russo per acquisire controllo della stampa austriaca. "L'Austria non è così", ha detto il Capo dello Stato, stigmatizzando "l'intollerabile mancanza di rispetto ai cittadini" nella vicenda che ha portato in modo traumatico il Paese alla crisi di governo. Non ha indicato una data per le elezioni, ha invece annunciato per domani un ulteriore incontro con il cancelliere uscente Sebastian Kurz. Proprio Kurz aveva chiesto al presidente della Repubblica Wdi convocare il prima possibile elezioni anticipate. "Non ci sono alternative - ha detto -, con la Fpoe una collaborazione è impossibile, i socialdemocratici non condividono le nostre posizioni e gli altri partiti sono troppo piccoli". "Quando è troppo è troppo", ha aggiunto il cancelliere e leader del partito popolare austriaco. "La Fpoe danneggia il nostro Paese. E' in contrasto con il principio del servizio per il Paese".

Le dimisisoni di Strache

Era stato lo stesso Strache, leader della FPÖ, ad annunciare le dimissioni questa mattina in una conferenza stampa dopo aver incontrato Kurz, denunciando che "i giornali hanno atteso due anni per perpetrare questo attentato politico messo in scena segretamente". L'annuncio arriva dopo che il cancelliere aveva praticamente scaricato Strache, in seguito alla pubblicazione di un video scandalo sul suo vice.

Lo scandalo del video

La bufera nella maggioranza di governo austriaca è stata scatenata da immagini riprese con una telecamera nascosta da parte dei giornali tedeschi Der Spiegel e Sueddeutsche Zeitung. Il video mostra un incontro a Ibiza con una sedicente nipote di un oligarca russo, Aljona Makarowa, che si offriva di investire circa 250 milioni di euro per acquisire quote della stampa austriaca, in particolare del quotidiano "Kronen Zeitung", con soldi in nero di provenienza ignota. "Se lei acquisisce la Kronen Zeitung tre settimane prima delle elezioni e ci mette al primo posto, possiamo parlare di tutto", dice Strache nel video. La donna era in realtà un'adescatrice e l'incontro a Ibiza una trappola. Nel video, che documenta 7 ore di incontro, il vice-cancelliere austriaco e il suo braccio destro Johann Gudens si lasciano andare ad elogi del sistema di Viktor Orban, premier ungherese, per il controllo della stampa. Tra le opzioni di investimento proposte alla russa si parla anche di finanziare il partito l'FPÖ con forme di finanziamento "discutibili", cioè passando attraverso circoli ed associazioni in modo da aggirare la Corte dei conti e le leggi austriache in tema di finanziamento ai partiti. Strache e Gudens avevano confermano l'incontro a Der Spiegel e Sz, ricordando "un'atmosfera di festa e di bevute”. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.