Royal Baby, totonome sul primogenito di Meghan Markle e Harry

Mondo

Mentre circolano rumors sulla possibilità che il Royal Baby sia già venuto alla luce, per i bookmaker il nome Diana resta la scelta favorita nel caso di una femminuccia, mentre Albert, Arthur e James sono le ipotesi più popolari se dovesse essere un maschio

La nascita del primogenito del principe Harry e di Meghan Markle è ormai imminente. Tanto che alcuni media inglesi, come il Daily Express o il Sun, rilanciano addirittura l'indiscrezione secondo la quale il Royal Baby sarebbe già venuto al mondo. Intanto in Gran Bretagna si moltiplicano le ipotesi sul sesso del nascituro e, soprattutto, sul possibile nome che la coppia darà al figlio o alla figlia, tema sul quale, periodicamente, le agenzie di scommesse britanniche aggiornano le quotazioni.

Diana possibile secondo nome

Se l'ipotesi che il Royal Baby possa essere una femminuccia sembra ormai quella più probabile, tanto che l'agenzia William Hill ha chiuso le scommesse in merito, continua invece il totonome sul nascituro. In caso di una figlia, la scelta di Diana sarebbe in cima alla lista dei bookmaker. Nonostante questo, però, Rupert Adams, portavoce di William Hill, che ha parlato ad Associated Press, è un po' scettico in merito: secondo Adams, infatti, è difficile credere che Harry scelga un nome che evochi così direttamente sua madre, morta tragicamente nel 1997. Ci sarebbero, però, ha aggiunto, tutte le possibilità che si possa trattare di un secondo nome. E non sarebbe una scelta inedita, visto che già il fratello, il principe William, ha chiamato la figlia Charlotte Elizabeth Diana. Tra gli altri nomi più gettonati, alle spalle di Diana, spiccano Victoria, Alice, Grace ed Elizabeth. Mentre Albert, Arthur e James sono ipotesi molto popolari nel caso il Royal Baby fosse un maschietto.

Alternative bizzarre, da Brexit a Donald

Alcuni osservatori ipotizzano che anche l'attivismo in materia di diritti delle donne da parte di Meghan potrebbe giocare un ruolo chiave nella scelta. La duchessa del Sussex potrebbe, infatti, propendere per un nome che evochi donne forti nella storia, personaggi femminili di spicco in Gran Bretagna o negli Stati Uniti. Una scelta possibile, a tal proposito, potrebbe essere per esempio Eleanor, che richiamerebbe sia la first lady Usa Eleanor Roosevelt che Eleonora d'Aquitania, regina d'Inghilterra nel dodicesimo secolo. Spazio anche a opzioni piuttosto surreali e bizzarre. Ad esempio, il nome "Brexit" ha una quotazione di 500 a 1, mentre Donald è dato 250 a 1. Chiaro, in quest'ultimo caso, il riferimento all'attuale presidente degli Stati Uniti Trump, per il quale Meghan non nutrirebbe però profonda simpatia, atteggiamento che causa una quota così alta.

I rumors sulla nascita già avvenuta

Mentre si scommette sul nome i tabloid britannici stanno rilanciando con sempre maggiore insistenza l'indiscrezione secondo la quale il Royal Baby sarebbe già nato, nonostante il dubbio non sia ancora stato sciolto da una risposta ufficiale. Secondo i sostenitori di questa ipotesi un indizio significativo in merito arriverebbe da un post pubblicato sull'account Instagram ufficiale di Meghan ed Harry (@royalsussex). Nel ringraziare i sudditi che hanno inviato offerte che saranno devolute in beneficienza, la coppia cita per la prima volta il Royal Baby: "E a nome del duca e della duchessa (e Baby Sussex), vi ringraziamo tanto". Secondo il Daily Mail, addirittura, ci sarebbero buone probabilità che il nascituro possa essere mostrato al pubblico per la prima volta nel fine settimana pasquale, in coincidenza con un altro avvenimento di rilievo che cade il 21 aprile: il compleanno della Regina Elisabetta.

Mondo: I più letti