Huawei, licenziato il dipendente arrestato per spionaggio in Polonia

Mondo
Foto Getty Images
huawei-getty

Il colosso cinese spiega che le azioni di Wang Weijing non sono in linea con la società. Gli investigatori polacchi hanno perquisito ieri gli uffici locali dell’azienda e hanno arrestato anche un ex dirigente dell’Agenzia polacca per la sicurezza interna

Huawei ha licenziato Wang Weijing, il suo dipendente arrestato in Polonia con l'accusa di spionaggio. In una nota il colosso cinese delle telecomunicazioni spiega che le azioni di Wang Weijing non sono in linea con la società. "L'incidente discredita Huawei”, si legge nella dichiarazione riportata da alcuni media.

L’arresto

Ieri gli investigatori polacchi hanno perquisito gli uffici locali di Huawei e quelli della società di telecomunicazioni Orange. Oltre al dipendente di Huwaei, un cittadino cinese, è stato arrestato anche un ex dirigente dell’Agenzia polacca per la sicurezza interna, che sarebbe a conoscenza del funzionamento interno della rete di comunicazioni criptate del governo di Varsavia. I due resteranno in carcere per tre mesi.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24