Droni su Gatwick, rilasciata la coppia arrestata per caos in aeroporto

Mondo
gatwick_droni_getty

I due erano stati arrestati il 21 dicembre sera. Le indagini sono ancora in corso. Trovato un drone danneggiato. Lo scalo londinese è aperto. Il ceo di Gatwick: episodi pensati per "portare la massima confusione". Da mercoledì circa mille i voli cancellati o deviati

La polizia del Sussex ha rilasciato senza incriminazioni la coppia arrestata venerdì in relazione alla presenza di droni intorno all’aeroporto di Gatwick, il secondo scalo aereo londinese per grandezza e traffico. Lo riferiscono i media britannici. L'aeroporto, che è stato riaperto, su Twitter ha invitato i viaggiatori a controllare lo stato del proprio volo. Da mercoledì sono stati circa 1.000 i voli cancellati o deviati a causa dell'allarme droni, secondo quanto riferito da un portavoce dello scalo londinese. In totale, a essere colpiti dai disagi nei trasporti sono stati 140.000 passeggeri. 

Voli sospesi, ritardati o dirottati a causa dei droni

Il fatto che i droni abbiano sorvolato l'area ha creato non solo rischi per la sicurezza ma anche notevoli disagi per i passeggeri alla vigilia delle vacanze natalizie. Intanto, continuano le indagini sull'accaduto. Sky News ha riferito che è stato ritrovato un drone danneggiato vicino all'aeroporto, su cui si stanno concentrando le analisi degli inquirenti. Il sovrintendente di polizia del Sussex James Collis ha detto: "Continuiamo ad appellarci alla gente, ai passeggeri e alla comunità locale di Gatwick e dintorni, perché siano vigili e di contattarci immediatamente (in caso di avvistamenti di droni) e perché forniscano qualsiasi informazione che possa continuare ad assicurare i responsabili alla giustizia". 

Ceo Gatwick: voli droni per "provocare la chiusura dello scalo"

Il Ceo dell'aeroporto di Gatwick, Stewart Wingate, ha dichiarato che i voli dei droni disturbatori "sono stati concepiti proprio per provocare la chiusura dello scalo e portare il massimo del caos". "Eventi come questo - ha aggiunto - evidenziano una sfida strategica per l'industria aeronautica, per il governo e per tutte le altre autorità coinvolte". Wingate ha sottolineato come "non sia ammissibile che dei droni possano mandare all'aria una parte così rilevante della nostra economia in questo modo". 

Gli avvistamenti degli ultimi giorni

L'aeroporto di Gatwick era stato riaperto il 21 dicembre, dopo che la minaccia, iniziata mercoledì, era stata dichiarata conclusa. Da quel momento, erano iniziati gli imbarchi dei passeggeri rimasti a lungo a terra o dirottati su altri scali. Poi la nuova chiusura, quando altri droni sono riapparsi vicino alle piste di decollo e atterraggio. Ora è stato nuovamente riaperto.

Mondo: I più letti