New York, l’attrice Cynthia Nixon sconfitta da Cuomo in primarie dem

Mondo
cynthia_nixon_getty

L’interprete di Miranda nella serie “Sex and the City” ha perso nella corsa interna al Partito democratico per la carica di governatore dello Stato. Cuomo, sostenuto dall'establishment, si candida così per puntare al suo terzo mandato

Sfuma il sogno di Cynthia Nixon. L'attrice ex star di “Sex and the City” e attivista politica è stata sconfitta da Andrew Cuomo nelle primarie democratiche per la poltrona di governatore dello stato di New York. Cuomo, sostenuto dall'establishment del partito, si candida così per puntare al suo terzo mandato. La Nixon, 52 anni, rappresentante dell'ala liberal dei dem, sperava nell'effetto Ocasio-Cortez, la ventottenne che alcune settimane fa ha sbaragliato il candidato dell'establishment democratico vincendo le primarie per un seggio al Congresso. Ma, come già ampiamente preannunciato dai sondaggi, stavolta la sorpresa non si è ripetuta e Cuomo ha vinto con oltre il 66% dei voti. Le primarie democratiche fra Cuomo e Nixon sono state segnate da due programmi simili nello sfidare direttamente le politiche nazionali di Trump, newyorkese di nascita.

I messaggi su Twitter

Dopo la sconfitta, Nixon ha scritto una lunghissima serie di messaggi su Twitter, quasi un discorso in piccole parti, nei quali ha ringraziato tutti “per aver creduto e lottato sul campo”. Nonostante il risultato “non sia stato quello che speravamo”, l’attrice si è detta “non scoraggiata ma ispirata”. Poi ha usato toni molto ottimistici: “Abbiamo iniziato qualcosa a New York. E non finisce oggi, questo è solo l’inizio e so che insieme vinceremo questa battaglia”. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.