Scandalo molestie sessuali, Les Moonves si dimette da ceo della Cbs

Mondo

Il potente dirigente ha ufficializzato la decisione nel giorno in cui altre 6 donne lo hanno accusato di abusi. Negli ultimi mesi, alcune vittime hanno denunciato aggressioni, altre hanno raccontato di rappresaglie del top manager per non aver accettato le sue avance

Leslie Moonves si è dimesso da ceo della Cbs, travolto dallo scandalo delle molestie sessuali. Il passo indietro del dirigente, uno degli uomini più potenti della tv americana, è arrivato nel giorno in cui altre sei donne, dalle colonne del New Yorker, hanno denunciato abusi sessuali da parte del top manager (TUTTI GLI SCANDALI CHE HANNO SCOSSO L'AMERICA)

Le accuse a Moonves

L’annuncio era nell’aria perché l’ormai ex numero uno dell'emittente americana, era da mesi nel ciclone del #metoo. Ieri sono arrivate le nuove accuse, che portano a più di 10 le donne che lo accusano di averle aggredite sessualmente, mentre altre lamentano di aver subito rappresaglie del top manager per non aver accettato le sue avance. Moonves ha ammesso alcuni degli incontri con le donne che lo accusano ma sempre parlando di rapporti consensuali.

La liquidazione milionaria

Moonves era alla guida della Cbs Corporation da 15 anni. Il board ha annunciato che l'addio ha effetto immediato. Come parte dell'accordo il gruppo ha detto che donerà 20 milioni di dollari a una o più organizzazioni che sostengono l'uguaglianza delle donne sul posto di lavoro. La donazione sarà dedotta dalla liquidazione di Moonves (si parla di 100 milioni di dollari), che il top manager non riceverà fino a che non si saranno concluse tutte le indagini sul suo conto.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.