Terremoto Indonesia, testimonianza italiani: "Bloccati senza soccorsi"

Mondo
Indonesia_terremoto_GettyImages-1007065402

Da diverse ore un gruppo di connazionali sarebbe bloccato nell'isola di Gili Trawangan senza riuscire a ripartire. Le isole Gili, a ovest di Lombok, popolare meta turistica, domenica hanno tremato per un violento sisma che ha provocato almeno 140 morti

Un gruppo di italiani, sopravvissuto al terremoto a Lombok in Indonesia, è bloccato da diverse ore nell'isola di Gili Trawangan senza soccorsi e senza riuscire a ripartire. L'arcipelago di Gili si trova a ovest di Lombok, la popolare meta turistica colpita, domenica scorsa, da un sisma di magnitudo 7.0 che ha causato almeno 140 morti.

La testimonianza

A lanciare la richiesta d'aiuto dall'isola indonesiana è stato il regista Roberto "Saku" Cinardi sul proprio profilo Facebook. "Il villaggio - ha scritto - è crollato quasi interamente, abbiamo passato la notte su una collina per il rischio tsunami e dall'alba aspettiamo i soccorsi indonesiani. Ci sono stati morti e feriti e il cibo è finito". La situazione sarebbe ancora più grave visto che, aggiunge Cinardi, "non c'è nessuna autorità che sappia gestire la situazione di emergenza e non ci sono navi e mezzi sufficienti all'evacuazione".

Le difficoltà dell'evacuazione

Cinardi ha testimoniato anche delle "scene disumane con turisti in preda al panico e assaliti e maltrattati dagli indonesiani che, a quanto pare, non sono così ospitali" e starebbe documentando tutto con foto e video pubblicati sui social. "Ovviamente - ha aggiunto - la Farnesina è al corrente di tutto ma non sa darci nessun tipo di aiuto o indicazione". Anche il campione di scherma Aldo Montano è rimasto bloccato a Lombok. Era con la moglie Olga Plachina, dopo i Mondiali in Cina, in vacanza. Al momento anche lui risulta bloccato in aeroporto e impossibilitato a ripartire.

Mondo: I più letti