Troppo caldo in Francia, chiusi quattro reattori nucleari

Mondo
reattore_nucleare_fessenheim_francia_getty

La Électricité de France, riporta il quotidiano britannico Independent, ha stoppato gli impianti che si trovano vicino ai fiumi per evitare un surriscaldamento dell’acqua, usata per il raffreddamento e poi riversata, che potrebbe causare una moria di pesci

A causa dell’ondata di caldo che da qualche settimana sta colpendo gran parte dell’Europa, la Francia è stata costretta a chiudere temporaneamente quattro reattori nucleari. Lo ha comunicato la società Edf (Électricité de France, la maggiore azienda produttrice e distributrice di energia del Paese, ndr), secondo quanto riporta il quotidiano britannico Independent.

Il pericolo per i fiumi

L’ultimo impianto a essere chiuso è stato quello di Fessenheim (Est), il più vecchio del Paese, mentre all'inizio della settimana la Edf aveva già stoppato altri tre reattori vicini ai fiumi Reno e Rodano. Ed è proprio la vicinanza ai corsi d’acqua il motivo dello spegnimento: per raffreddare i reattori, gli impianti usano l'acqua dei fiumi che poi viene riversata nei fiumi stessi, ma un surriscaldamento dell'acqua può provocare un'improvvisa moria di pesci, come già successo in Germania questa settimana.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.