Corea del Nord, Pompeo a Russia e Cina: non violate le sanzioni

Mondo

Il segretario di Stato americano chiede di mantenere pressione diplomatica ed economica su Pyongyang. Sulla Turchia, nonostante le tensioni, spiega: “Resta un alleato chiave”. La replica nordcoreana agli Usa: "Ultime mosse allarmanti".

Il segretario di Stato Usa Mike Pompeo mette in guardia la Russia, la Cina e altri Paesi contro eventuali violazioni delle sanzioni alla Corea del Nord. Washington non accetterà comportamenti che dovessero indebolire la pressione esercitata su Pyongyang affinché il regime abbandoni il nucleare. Ma il ministro degli Esteri nordcoreano ha criticato l'avvertimento degli Stati Uniti: parlando a Singapore, dove ha incontrato il segretario di stato americano Mike Pompeo, Ri Yong Ho ha definito "allarmanti" le ultime mosse degli Usa.

In particolare, gli Usa ritengono che la Russia abbia violato le sanzioni Onu permettendo la formazione di joint venture con società nordcoreane. Pompeo ha poi spiegato che, nonostante le tensioni con la Turchia sulla detenzione del pastore americano Andrew Brunson, Ankara rimane un alleato chiave della Nato.

Il segretario di Stato sta partecipando al forum asiatico sulla sicurezza, a Singapore, a cui prende parte anche il ministro degli Esteri di Pyongyang. Proprio a Singapore si era tenuto lo storico vertice tra Donald Trump e Kim Jong-un (LE FOTO).  

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.