Gb, falla nei pc del ministero salute: 450mila saltano lo screening

Foto d'archivio: GettyImages
3' di lettura

Fra le 135 e le 270 donne potrebbero essere morte precocemente per mancata mammografia: "È probabile che ci siano alcune persone che sarebbero vive oggi se non ci fosse stato l'errore", ha detto il ministro della Sanità inglese, Jeremy Hunt. Avviata un'inchiesta

Per un errore nell’algoritmo dei computer del ministero della Salute britannico, fra le 135 e le 270 donne potrebbero essere precocemente morte di tumore al seno. La falla nel sistema risalirebbe al 2009 e avrebbe impedito a 450mila donne fra i 68 e i 71 anni di ricevere l’invito a presentarsi per lo screening mammografico. "È probabile che ci siano alcune persone che sarebbero vive oggi se non ci fosse stato l'errore", ha detto il ministro della Salute inglese, Jeremy Hunt.

Lo screening mancato

Lo stesso ministro ha avviato un’inchiesta dopo aver riferito alla Camera dei Comuni che a causa di un errore nel sistema di gestione delle prenotazioni delle mammografie, centinaia di migliaia di persone non sono state chiamate a sottoporsi a uno screening al seno tra il 2009 e l'inizio del 2018. Questo tipo di esame in Gran Bretagna è disponibile ogni tre anni per persone di età compresa tra i 50 e i 70 anni. Per le donne coinvolte si sarebbe trattato dunque dell’ultima visita di controllo. Come si legge sul Guardian, i cittadini più a rischio di sviluppare certe patologie dovrebbero ricevere lettere automatiche dai loro medici generici per sottoporsi a esami regolari, per individuare segni di avanzamento precoce del cancro prima ancora che la paziente si manifesti dei sintomi.

Screening a chi non l’ha fatto

Delle donne che non hanno fatto gli esami, 309mila sono ancora in vita e saranno contattate prima della fine di maggio, ha detto Jeremy Hunt, che ha aggiunto: “le prime 65mila notifiche saranno inviate questa settimana”. A tutti gli under 75 verrà offerto uno screening di recupero nei prossimi sei mesi. Il ministero contatterà poi le famiglie delle donne morte in questi mesi di cancro al seno, per capire se l’esame mancato possa aver accelerato il decesso e, nel caso, per stabilire un risarcimento. Il problema è venuto alla luce a causa di un aggiornamento del sistema di gestione degli esami.

L’accusa di Corbyn a May

Il leader laburista Jeremy Corbyn ha attaccato il primo ministro Theresa May e le politiche Tory sulla sanità per i disservizi e le attese crescenti. Accuse a cui May ha risposto rivendicando al suo governo d'aver incrementato nell'ultimo anno alcuni fondi per il settore.

Leggi tutto
Prossimo articolo