Attentato Francia, poliziotto eroe si è offerto al posto degli ostaggi

L'ufficiale che ha chiesto il cambio con uno degli ostaggi è un tenente colonnello della Gendarmeria (Getty Images)
3' di lettura

Si tratta di un tenente colonnello della gendarmeria che si è sostituito a una donna presa in ostaggio. L'ufficiale è stato ferito ed è in gravi condizioni. Macron: "Ha fatto onore al Paese"

Una storia di eroismo arriva dall'ultimo attentato in Francia, a Trebes. "Un tenente colonnello della gendarmeria si è offerto volontariamente per sostituire uno degli ostaggi nel supermercato ed è rimasto da solo con il terrorista": lo ha detto il ministro dell'Interno francese, Gerard Collomb.

Un gendarme eroe

Collomb ha definito come "eroe" l'ufficiale della gendarmeria di 45 anni che si è volontariamente offerto al posto di uno degli ostaggi, una donna, nel supermercato di Trebes ed è stato gravemente ferito. Il tenente colonnello della Gendarmerie "ha lasciato il suo cellulare acceso. - ha precisato Collomb - Dall'esterno è stato possibile seguire quello che avveniva dentro al supermercato". Il ministro ha poi aggiunto che quando si sono uditi dei colpi di arma da fuoco, è iniziato l'intervento dei reparti speciali che ha poi portato all'abbattimento del sequestratore. "Voglio rendere omaggio a questo tenente colonnello rimasto gravemente ferito, protagonista di un atto di eroismo", ha concluso il titolare degli Interni francese.

L'elogio di Macron

Anche il presidente francese, Emmanuel Macron, ha celebrato il "coraggio" dell'agente: "Ha salvato delle vite e fatto onore al suo esercito e al suo Paese", ha affermato l'inquilino dell'Eliseo, al termine di un incontro con il premier Eduard Philippe e il ministro dell'Interno, Gerard Collomb. Il colonnello 45enne, delle forze di polizia locali, "lotta attualmente contro la morte e i nostri pensieri vanno a lui e alla sua famiglia". 

L'attacco di stamattina

Verso le 11.20 del 23 marzo un uomo ha fatto irruzione all'interno di un supermercato nel Sud della Francia e, secondo alcuni testimoni, avrebbe gridato "Allah Akbar". Poi ha sparato e preso in ostaggio i clienti del negozio. L'assalitore avrebbe detto di voler "vendicare la Siria" e ha chiesto il rilascio di Salah Abdeslam, unico sopravvissuto del commando delle stragi di Parigi nel 2015. Dopo le trattative, tutti gli ostaggi sono stati rilasciati, tranne uno, il tenente colonnello dei gendarmi "che si è offerto volontariamente per sostituire gli ostaggi nel supermercato ed è rimasto da solo con il terrorista", come ha riferito il ministro dell’interno Gerard Collomb. L'uomo è rimasto gravemente ferito. Nel primo pomeriggio, l'intervento delle teste di cuoio  ha neutralizzato l'attentatore che è stato identificato come Redouane Lakdim, 26enne di origini marocchine, già noto alla giustizia d'oltralpe.

Leggi tutto
Prossimo articolo