L'attore sudcoreano Jo Min-Ki trovato morto dopo le accuse di molestie

Jo Min-Ki , oltre che attore, era anche un insegnante universitario di recitazione (Ansa)
2' di lettura

Il corpo senza vita dell’artista è stato trovato in un parcheggio a Seoul e la polizia ipotizza che si possa trattare di suicidio. L’uomo, nelle scorse settimane, è stato accusato da 8 studentesse dell’Università di Cheongju, dove teneva un corso di recitazione

L'attore sudcoreano Jo Min-Ki è stato trovato morto in un parcheggio sotterraneo a Seoul. L’uomo, insegnante universitario di recitazione oltre che attore, nelle scorse settimane era stato accusato di molestie da otto studentesse dell’Università di Cheongju dove teneva i suoi corsi. Dopo le prime testimonianze, Jo Min-Ki aveva fermamente respinto le accuse ma l’uscita allo scoperto di altre vittime aveva cominciato a minare la sua posizione iniziale.

Probabile il suicidio

La polizia ha fatto sapere che, stando alle prime indagini, si potrebbe trattare di suicidio. La tragedia è avvenuta tre giorni prima della prevista convocazione da parte degli investigatori che avrebbero chiesto all’attore di chiarire le sua posizione dopo le accuse ricevute. Jo Min-Ki  è stato uno dei personaggi pubblici che sono stati denunciati grazie al movimento #MeToo che non ha risparmiato nemmeno la Corea del Sud. Proprio a causa delle accuse l’attore nelle scorse settimane è stato costretto a lasciare un lavoro in una televisione coreana, e l’agenzia che ne curava gli interessi ha rescisso il contratto che li legava. Nel Paese orientale sono state denunciate anche altre figure di alto profilo tra cui il governatore della provincia di Chungcheong, Ahn Hee-jung, accusato di aver molestato la sua segretaria, il regista Kim Ki-duk e l’attore Cho Jae-hyun. 

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"